Logo
Unionpedia
Comunicazione
Disponibile su Google Play
Nuovo! Scarica Unionpedia sul tuo dispositivo Android™!
Scaricare
l'accesso più veloce di browser!
E-un annuncio gratuito

'Awana ibn al-Hakam

Di incerte origini, ʿAwāna sarebbe stato secondo Ibn al-Nadīm un kufano cieco, esperto di genealogie arabe (ansāb) e poesia, oltre che autore di opere storiche sulla vita del primo califfo omayyade, Mu'awiya ibn Abi Sufyan e sugli stessi Omayyadi, riportandone con evidente simpatie le ragioni.

18 relazioni: Ahmad ibn Yahya al-Baladhuri, Al-Mada'ini, Califfo, Cecità, Ferdinand Wüstenfeld, Franz Rosenthal, Genealogia, Hisham ibn al-Kalbi, Ibn al-Nadim, Ibn Shihab al-Zuhri, Islam, Kufa, Mu'awiya ibn Abi Sufyan, Omayyadi, Poesia, Tabari, The Encyclopædia of Islam, Yaqut.

Ahmad ibn Yahya al-Baladhuri

Abū l-Ḥasan Aḥmad b. Yaḥyā b. Jābir b. Dāwūd al-Balādhurī è stato uno storico persiano, vissuto nel IX secolo (III secolo dell'Egira).

Nuovo!!: 'Awana ibn al-Hakam e Ahmad ibn Yahya al-Baladhuri · Mostra di più »

Al-Mada'ini

Personalità tra le più note e stimate della nascente storiografia arabo-islamica, al-Madāʾinī era un mawla di ʿAbd al-Raḥmān ibn Samura, Compagno del Profeta Maometto e la conoscenza dell'ambiente natale di Maometto gli offrirà materiale adeguato per concepire un libro sui Banū Quraysh, la tribù cui apparteneva il Profeta.

Nuovo!!: 'Awana ibn al-Hakam e Al-Mada'ini · Mostra di più »

Califfo

Il califfo (Arabo خليفة, khalīfa, ossia «vicario, reggente, facente funzione, successore») nell'Islam è il vicario o successore di Maometto alla guida politica e spirituale della comunità islamica universale (al-Umma al-islāmiyya).

Nuovo!!: 'Awana ibn al-Hakam e Califfo · Mostra di più »

Cecità

La cecità consiste in una percezione ottico-visiva ridottissima o nulla (rispettivamente cecità parziale o totale).

Nuovo!!: 'Awana ibn al-Hakam e Cecità · Mostra di più »

Ferdinand Wüstenfeld

Rinomato arabista, Heinrich Ferdinand Wüstenfeld fu apprezzato e profondo conoscitore di Letteratura araba e della letteratura storica classica arabografa dell'Islam.

Nuovo!!: 'Awana ibn al-Hakam e Ferdinand Wüstenfeld · Mostra di più »

Franz Rosenthal

Rosenthal nacque da una famiglia ebraica tedesca, secondo figlio di Kurt W. Rosenthal, un ricco commerciante, e di Elsa Rosenthal (nata Kirschstein).

Nuovo!!: 'Awana ibn al-Hakam e Franz Rosenthal · Mostra di più »

Genealogia

La genealogia è la scienza che si occupa di accertare e ricostruire documentalmente i legami di parentela che intercorrono tra i membri di una o più famiglie.

Nuovo!!: 'Awana ibn al-Hakam e Genealogia · Mostra di più »

Hisham ibn al-Kalbi

Il kufano al-Kalbī, della tribù dei Banū Kalb, trascorse buona parte della sua vita a Baghdad.

Nuovo!!: 'Awana ibn al-Hakam e Hisham ibn al-Kalbi · Mostra di più »

Ibn al-Nadim

Ibn al-Nadīm è stato un erudito arabo musulmano e un bibliografo sciita, autore del Kitāb al-Fihrist (Catalogo dei libri), un indice completo, secondo il suo autore, di tutti i libri in arabo dell'epoca. Assai poco si sa della sua vita, compresa l'origine del nome al-nadīm, che significa "compagno" (spesso di mensa) di un importante personaggio, come un califfo. Visse principalmente a Baghdad (attuale Iraq), ma si recò talora anche a Mossul. Libraio (warrāq) e calligrafo di professione, ricopiava manoscritti su ordinazione: incarico che aveva ereditato dal padre. Suoi maestri furono Abū Saʿīd al-Ḥasan b. ʿAbd Allāh b. al-Marzubān al-Sīrāfī (morto nel 978-9), ʿAlī b. Hārūn b. al-Munajjim (morto nel 963) e il filosofo Abū Sulaymān al-Manṭiqī. Fece parte della cerchia del figlio di ʿAlī b. ʿĪsā, l'apprezzato vizir dei Banū al-Jarrāḥ, che egli loda per il suo profonda sapere nel campo della logica e delle scienze greche, persiane pahlavi e indiane. Ibn al-Nadīm conobbe anche il filosofo cristiano siriaco Abū l-Khayr al-Ḥasan b. Suwar b. al-Khammār (morto nel 1020). Nessuno dei suoi maestri fu sunnita "ortodosso" e tutti insieme condividevano una profonda ammirazione per la filosofia, in particolar modo di Aristotele, come pure per le scienze greche e indiane che essi consideravano approfondite: elementi tutti che forse fecero loro più facilmente esprimere un significativo sentimento di tolleranza. La sua opera principale, pubblicata nel 938 è il Kitāb al-Fihrist, che, dopo una breve Introduzione, ha il fine di indicizzare tutti i libri scritti in lingua araba, da arabi e non-arabi.

Nuovo!!: 'Awana ibn al-Hakam e Ibn al-Nadim · Mostra di più »

Ibn Shihab al-Zuhri

Era un mawla di grande cultura, giudicato uno degli uomini più colti e sapienti del suo tempo.

Nuovo!!: 'Awana ibn al-Hakam e Ibn Shihab al-Zuhri · Mostra di più »

Islam

L'Islam (pronunciato in italiano AFI: o) è una religione monoteista manifestatasi per la prima volta nella Penisola araba, nella cittadina higiazena della Mecca, nel VII secolo dell'era cristiana ad opera di Maometto (in arabo محمد, Muḥammad), considerato dai musulmani l'ultimo profeta portatore di legge (Khātam al-Nabiyyīn), inviato da Dio (in arabo الله, Allāh) al mondo per ribadire definitivamente la Rivelazione, annunciata per la prima volta ad Adamo (آدم, Ādam), il primo uomo e il primo profeta.

Nuovo!!: 'Awana ibn al-Hakam e Islam · Mostra di più »

Kufa

Kufa è una città dell'Iraq.

Nuovo!!: 'Awana ibn al-Hakam e Kufa · Mostra di più »

Mu'awiya ibn Abi Sufyan

Figlio minore di Abū Sufyān ibn Harb, massimo esponente del potente lignaggio omayyade del clan dei Banū ʿAbd Shams della tribù dei Quraysh.

Nuovo!!: 'Awana ibn al-Hakam e Mu'awiya ibn Abi Sufyan · Mostra di più »

Omayyadi

Omayyadi (al sing. omayade, pron.) è il nome di due distinte dinastie califfali arabe che fanno derivare il loro nome dal clan di appartenenza, i Banū Umayya, a sua volta parte della tribù dei Banū Quraysh (o Coreisciti) della Mecca.

Nuovo!!: 'Awana ibn al-Hakam e Omayyadi · Mostra di più »

Poesia

La poesia (dal greco ποίησις, poiesis, con il significato di "creazione") è una forma d'arte che crea, con la scelta e l'accostamento di parole secondo particolari leggi metriche (che non possono essere ignorate dall'autore), un componimento fatto di frasi dette versi, in cui il significato semantico si lega al suono musicale dei fonemi.

Nuovo!!: 'Awana ibn al-Hakam e Poesia · Mostra di più »

Tabari

abarī è considerato dalla maggioranza degli studiosi orientalisti il massimo annalista musulmano, assunto come inevitabile riferimento da tutti gli storici a lui posteriori per quanto riguarda la storia dei primi tre secoli circa dell'Islam, nonché per le narrazioni relative alla storia del mondo anteriore alla Rivelazione di Maometto, risalenti addirittura all'epoca della creazione.

Nuovo!!: 'Awana ibn al-Hakam e Tabari · Mostra di più »

The Encyclopædia of Islam

The Encyclopædia of Islam (EI), come pure la sua consorella in lingua francese, Encyclopédie de l'Islam, è un'enciclopedia tematica su un ampio spettro di aspetti della cultura islamica e della storia dell'Islam.

Nuovo!!: 'Awana ibn al-Hakam e The Encyclopædia of Islam · Mostra di più »

Yaqut

Nato in Siria, famoso per i suoi scritti enciclopedici sul mondo islamico, Yāqūt al-Hamawī portava anche la nisba "al-Rūmī" che gli derivava dall'essere forse originario del mondo bizantino (Rūm significa appunto "bizantino" in arabo), mentre "al-Hamawī" significava che era nativo della città di Hama (ma, in altri casi, poteva anche significare che chi portava quella nisba era stato, o era, residente in essa).

Nuovo!!: 'Awana ibn al-Hakam e Yaqut · Mostra di più »

Riorienta qui:

'Awana.

UscenteArrivo
Ehi! Siamo su Facebook ora! »