Logo
Unionpedia
Comunicazione
Disponibile su Google Play
Nuovo! Scarica Unionpedia sul tuo dispositivo Android™!
Scaricare
l'accesso più veloce di browser!
E-un annuncio gratuito

4 bit

Il primo microprocessore a 4 bit fu il Central Air Data Computer prodotto a partire dal 1970 ma dato che era un componente militare la sua esistenza fu classificata per decenni.

8 relazioni: Bit, Byte, Central Air Data Computer, Intel, Intel 4004, Nibble, 1970, 1971.

Bit

La parola bit, in informatica e in teoria dell'informazione, ha due significati molto diversi, a seconda del contesto in cui rispettivamente la si usi.

Nuovo!!: 4 bit e Bit · Mostra di più »

Byte

Un byte (pron.), il cui nome deriva dalla parola inglese bite (boccone, morso, coniato anche per assonanza col termine "bit" ma rinominato per evitare confusioni accidentali di pronuncia con questo), è una sequenza di bit, il cui numero dipende dall'implementazione fisica della macchina sottostante.

Nuovo!!: 4 bit e Byte · Mostra di più »

Central Air Data Computer

Il Central Air Data Computer è un circuito integrato utilizzato per la gestione del controllo di volo dei primi velivoli US Navy F-14 Tomcat.

Nuovo!!: 4 bit e Central Air Data Computer · Mostra di più »

Intel

L'Intel Corporation è la più grande azienda multinazionale produttrice di dispositivi a semiconduttore (microprocessori, dispositivi di memoria, circuiti di supporto alle telecomunicazioni e alle applicazioni informatiche) con sede a Santa Clara, California.

Nuovo!!: 4 bit e Intel · Mostra di più »

Intel 4004

L'Intel 4004 è stato il primo microprocessore monolitico (cioè interamente contenuto in un solo circuito integrato) della storia ad essere commercializzato (1971).

Nuovo!!: 4 bit e Intel 4004 · Mostra di più »

Nibble

Il nibble è un'unità di misura informatica per indicare quattro bit.

Nuovo!!: 4 bit e Nibble · Mostra di più »

1970

Nessuna descrizione.

Nuovo!!: 4 bit e 1970 · Mostra di più »

1971

Nessuna descrizione.

Nuovo!!: 4 bit e 1971 · Mostra di più »

UscenteArrivo
Ehi! Siamo su Facebook ora! »