Logo
Unionpedia
Comunicazione
Disponibile su Google Play
Nuovo! Scarica Unionpedia sul tuo dispositivo Android™!
Gratuito
l'accesso più veloce di browser!
 

Morfema

Indice Morfema

Nella linguistica descrittiva moderna, il morfema è il più piccolo elemento di una parola (o di un enunciato) dotato di significato, non suscettibile di ulteriori scomposizioni.

53 relazioni: Accordo (linguistica), Aggettivo, André Martinet, Circonfisso, Coniugazione (linguistica), Consonante affricata, Consonante alveolo-palatale, Consonante occlusiva, Consonante velare, De Agostini, Demorfologizzazione, Derivazione (linguistica), Desinenza, Diatesi, Enunciato, Fonema, Genere (linguistica), Grammatica descrittiva, Leonard Bloomfield, Lingua cinese, Lingua ebraica, Lingua finlandese, Lingua inglese, Lingua isolante, Lingua italiana, Lingua tedesca, Lingue semitiche, Linguistica, Linguistica storica, Morfo, Morfologia (linguistica), Parola, Particella grammaticale, Participio, Persona (linguistica), Pettine morfemico, Plurale, Prefisso, Preposizione, Pronome, Radice (linguistica), Radice del tema, Significato, Singolare, Sinteticità, Sostantivo, Tema (morfologia), Terminologia, Università di Utrecht, Verbo, ..., Verbo ausiliare, Vocale tematica, 1933. Espandi índice (3 più) »

Accordo (linguistica)

Per accordo (o concordanza) si intende in grammatica la corrispondenza delle caratteristiche morfologiche flessionali (maschile, femminile, singolare, plurale).

Nuovo!!: Morfema e Accordo (linguistica) · Mostra di più »

Aggettivo

L'aggettivo (o nome aggettivo, latino adjectivum, dal latino adjectivus, composto di ad (presso) e jacere (gettare), ossia ciò che si aggiunge) è una parte del discorso.

Nuovo!!: Morfema e Aggettivo · Mostra di più »

André Martinet

Tra i più importanti linguisti del XX secolo, si dedicò principalmente a studi di fonologia (sincronica e diacronica); diede anche importanti contributi all'indoeuropeistica, in particolare alla ricostruzione della fonologia della lingua protoindoeuropea.

Nuovo!!: Morfema e André Martinet · Mostra di più »

Circonfisso

Il circonfisso è un elemento morfologico (di flessione o derivazione delle parole) costituito da due elementi, collocati prima e dopo il morfema lessicale ("radice").

Nuovo!!: Morfema e Circonfisso · Mostra di più »

Coniugazione (linguistica)

Per coniugazione si intende la flessione del verbo, ossia la sua variabilità di forme.

Nuovo!!: Morfema e Coniugazione (linguistica) · Mostra di più »

Consonante affricata

Nella fonetica articolatoria, una consonante affricata (o più semplicemente affricata) è una consonante, classificata secondo il suo modo di articolazione, prodotta in due fasi successive: una fase occlusiva e una fase fricativa, benché aventi lo stesso punto di articolazione.

Nuovo!!: Morfema e Consonante affricata · Mostra di più »

Consonante alveolo-palatale

In fonetica articolatoria, sono consonanti alveolo-palatali quelle postalveolari palatalizzate, solitamente affricate e fricative, articolate con la lama della lingua dietro la cresta alveolare, e il corpo della lingua sollevato verso il palato.

Nuovo!!: Morfema e Consonante alveolo-palatale · Mostra di più »

Consonante occlusiva

Nella fonetica articolatoria, una consonante occlusiva (o contoide occlusiva o, in breve, occlusiva) è una consonante, classificata secondo il proprio modo di articolazione.

Nuovo!!: Morfema e Consonante occlusiva · Mostra di più »

Consonante velare

In fonetica articolatoria, una consonante velare (o gutturale) è una consonante, classificata secondo il proprio luogo di articolazione.

Nuovo!!: Morfema e Consonante velare · Mostra di più »

De Agostini

De Agostini S.p.A. è la holding del gruppo De Agostini.

Nuovo!!: Morfema e De Agostini · Mostra di più »

Demorfologizzazione

In linguistica, la demorfologizzazione è un processo per cui i morfemi, nel corso della loro evoluzione a causa della grammaticalizzazione, arrivano a perdere il loro significato.

Nuovo!!: Morfema e Demorfologizzazione · Mostra di più »

Derivazione (linguistica)

La derivazione in linguistica è il processo per cui una nuova parola si forma a partire da un'altra parola mediante un meccanismo di formazione che ne cambia il significato; il meccanismo di derivazione più comune è l'aggiunta di un affisso.

Nuovo!!: Morfema e Derivazione (linguistica) · Mostra di più »

Desinenza

Il termine desinenza (dal latino desinĕre, "terminare") è usato fin dal XVI secolo per indicare in diversi contesti linguistici la parte finale di una parola.

Nuovo!!: Morfema e Desinenza · Mostra di più »

Diatesi

In grammatica, la diàtesi (dal greco antico, diáthesis, "disposizione", a sua volta derivante dal verbo διατίϑημι, diatíthemi, disporre) di un verbo è una categoria grammaticale che descrive la relazione tra l'azione (o lo stato) che il verbo esprime e i partecipanti identificati dagli argomenti (soggetto, oggetto ecc.). In italiano abbiamo tre diatesi: attiva, passiva e riflessiva.

Nuovo!!: Morfema e Diatesi · Mostra di più »

Enunciato

Un enunciato è una sequenza di suoni con contenuto linguistico, o fonemi, organizzati in parole e frasi.

Nuovo!!: Morfema e Enunciato · Mostra di più »

Fonema

Un fonema è una unità linguistica dotata di valore distintivo, ossia una unità che può produrre variazioni di significato se scambiata con un'altra unità: ad esempio, la differenza di significato tra l'italiano tetto e detto è il risultato dello scambio tra il fonema /t/ e il fonema /d/.

Nuovo!!: Morfema e Fonema · Mostra di più »

Genere (linguistica)

In linguistica, il genere è una categoria grammaticale.

Nuovo!!: Morfema e Genere (linguistica) · Mostra di più »

Grammatica descrittiva

La grammatica descrittiva è la branca della grammatica che descrive la lingua come agisce.

Nuovo!!: Morfema e Grammatica descrittiva · Mostra di più »

Leonard Bloomfield

Il suo pensiero ha fortemente influenzato lo sviluppo della linguistica strutturale negli USA tra gli anni trenta e cinquanta; è noto soprattutto per il suo libro Il linguaggio (1933), in cui descrive lo stato dell'arte e della linguistica nel suo tempo.

Nuovo!!: Morfema e Leonard Bloomfield · Mostra di più »

Lingua cinese

La lingua cinese è una vasta e variegata famiglia linguistica composta da centinaia di varianti linguistiche distinte e spesso non mutuamente intelligibili, facente parte della famiglia delle lingue sino-tibetane evolutesi a partire dal III secolo a.C. nell'area geografica grossomodo corrispondente alla Cina continentale.

Nuovo!!: Morfema e Lingua cinese · Mostra di più »

Lingua ebraica

Con lingua ebraica (in ebraico israeliano: עברית, ivrit) si intende sia l'ebraico biblico (o classico) sia l'ebraico moderno, lingua ufficiale dello Stato di Israele e dell’oblast autonoma ebraica in Russia, che conta circa 7 milioni di locutori (oltre che un cospicuo numero di ebrei della Diaspora); l'ebraico moderno, cresciuto in un contesto sociale e tecnologico molto diverso da quello antico, contiene molti elementi lessicali presi in prestito da altre lingue.

Nuovo!!: Morfema e Lingua ebraica · Mostra di più »

Lingua finlandese

La lingua finlandese o finnica (suomen kieli) è l'idioma più parlato in Finlandia.

Nuovo!!: Morfema e Lingua finlandese · Mostra di più »

Lingua inglese

L'inglese (nome nativo English) è una lingua indoeuropea appartenente al ramo occidentale delle lingue germaniche, assieme all'olandese, all'alto e basso tedesco, al fiammingo e al frisone.

Nuovo!!: Morfema e Lingua inglese · Mostra di più »

Lingua isolante

Una lingua isolante è una lingua quasi totalmente priva di morfologia; detto altrimenti, i suoi termini son quasi totalmente privi di declinazioni e flessioni.

Nuovo!!: Morfema e Lingua isolante · Mostra di più »

Lingua italiana

L'italiano (Questa è una trascrizione fonetica. La trascrizione fonemica corrispondente è, dove la lunghezza della vocale non è segnata perché in italiano non ha valore distintivo.) è una lingua romanza parlata principalmente in Italia.

Nuovo!!: Morfema e Lingua italiana · Mostra di più »

Lingua tedesca

Il tedesco è una lingua indoeuropea appartenente al ramo occidentale delle lingue germaniche.

Nuovo!!: Morfema e Lingua tedesca · Mostra di più »

Lingue semitiche

Le lingue semitiche sono un ramo delle lingue afro-asiatiche parlate in Africa e Asia.

Nuovo!!: Morfema e Lingue semitiche · Mostra di più »

Linguistica

La linguistica è la disciplina scientifica che studia il linguaggio umano (inteso come la capacità dell'uomo di comunicare) e le sue manifestazioni (le lingue parlate nel mondo).

Nuovo!!: Morfema e Linguistica · Mostra di più »

Linguistica storica

La linguistica storica (detta anche linguistica diacronica, o, soprattutto in ambito italiano, glottologia) è la disciplina che si occupa dello studio storico delle lingue e delle loro famiglie e gruppi di appartenenza, delle origini etimologiche delle parole, considerando i loro rapporti e sviluppi in diacronia.

Nuovo!!: Morfema e Linguistica storica · Mostra di più »

Morfo

Il morfo, in linguistica, è un'entità fonologica lineare che rappresenta il significante di un morfema, ossia la forma concreta che assume un morfema.

Nuovo!!: Morfema e Morfo · Mostra di più »

Morfologia (linguistica)

La morfologia (dal greco, morphé "forma" e lògos "discorso") è la parte della grammatica o della linguistica che ha per oggetto lo studio della struttura grammaticale delle parole e che ne stabilisce la classificazione e l'appartenenza a determinate categorie come il nome, il pronome, il verbo, l'aggettivo e le forme della flessione, come la coniugazione per i verbi e la declinazione per i nomi distinguendosi dalla fonologia, dalla sintassi e dal lessico.

Nuovo!!: Morfema e Morfologia (linguistica) · Mostra di più »

Parola

La parola (dal greco παραβολή parabolè, attraverso il latino parabŏla, poi alterato in paràula nel volgare) è l'espressione orale o scritta di una informazione o di un concetto, ovvero la rappresentazione di una idea svolta a mezzo e nel presupposto di un riferimento convenzionale.

Nuovo!!: Morfema e Parola · Mostra di più »

Particella grammaticale

La particella grammaticale, in grammatica, è una parola che deve essere associata a un'altra parola o a una frase con la funzione di conferire un determinato significato.

Nuovo!!: Morfema e Particella grammaticale · Mostra di più »

Participio

Il participio è un modo verbale molto vicino all'aggettivo e al sostantivo.

Nuovo!!: Morfema e Participio · Mostra di più »

Persona (linguistica)

In linguistica, la persona è una categoria grammaticale.

Nuovo!!: Morfema e Persona (linguistica) · Mostra di più »

Pettine morfemico

Il pettine morfemico è una tecnica di collegamento tra morfemi lessicali e morfemi grammaticali.

Nuovo!!: Morfema e Pettine morfemico · Mostra di più »

Plurale

Il plurale indica il numero in diverse parti del discorso quando il conteggio di una certa quantità è superiore all'unità.

Nuovo!!: Morfema e Plurale · Mostra di più »

Prefisso

Un prefisso, in linguistica, è un morfema che è affisso all'inizio di un lessema per modificarne o precisarne il significato.

Nuovo!!: Morfema e Prefisso · Mostra di più »

Preposizione

La preposizione (dal latino "praeponere".

Nuovo!!: Morfema e Preposizione · Mostra di più »

Pronome

In linguistica, il pronome (dal latino pro-nomen, "al posto del nome") è una parte variabile del discorso che ha le seguenti funzioni.

Nuovo!!: Morfema e Pronome · Mostra di più »

Radice (linguistica)

In linguistica, la radice è quell'elemento linguistico irriducibile (non ulteriormente suddivisibile) che esprime il significato principale della parola.

Nuovo!!: Morfema e Radice (linguistica) · Mostra di più »

Radice del tema

La radice del tema in senso assoluto, nell'ambito della grammatica normativa tradizionale, è ciò che rimane di una parola dopo che ne sono stati rimossi la desinenza, gli eventuali affissi flessivi e l'eventuale vocale tematica.

Nuovo!!: Morfema e Radice del tema · Mostra di più »

Significato

Il significato è un concetto espresso mediante segni che possono essere grafici, verbali-orali, o mediante cenni e gesti.

Nuovo!!: Morfema e Significato · Mostra di più »

Singolare

Il singolare è in linguistica una declinazione di alcune parti del discorso che indica il numero quando una certa quantità è numericamente equivalente all'unità.

Nuovo!!: Morfema e Singolare · Mostra di più »

Sinteticità

L'indice di sinteticità di una lingua è un coefficiente che descrive, per la lingua in questione, il grado di concentrazione di funzioni morfologiche all'interno di una parola.

Nuovo!!: Morfema e Sinteticità · Mostra di più »

Sostantivo

Il sostantivo è la parte variabile del discorso che indica una persona, un luogo, una cosa o, più in generale, qualsiasi entità animata, inanimata o immaginata.

Nuovo!!: Morfema e Sostantivo · Mostra di più »

Tema (morfologia)

In morfologia il tema è quella parte della parola che rimane dopo essere stata separata dalla desinenza.

Nuovo!!: Morfema e Tema (morfologia) · Mostra di più »

Terminologia

La terminologia, nell'accezione generica della parola, è lo studio dei termini, cioè delle parole e delle parole composte utilizzate in contesti specifici.

Nuovo!!: Morfema e Terminologia · Mostra di più »

Università di Utrecht

L'Università di Utrecht (in olandese Universiteit Utrecht) si trova a Utrecht ed è stata fondata nel 1636.

Nuovo!!: Morfema e Università di Utrecht · Mostra di più »

Verbo

Il verbo (dal latino verbum, "parola") è una parte del discorso variabile, che indica un'azione che il soggetto compie o subisce, l'esistenza o uno stato del soggetto, il rapporto tra il soggetto e il nome del predicato.

Nuovo!!: Morfema e Verbo · Mostra di più »

Verbo ausiliare

Un verbo ausiliare (dal latino verbum auxiliare) è un verbo utilizzato in combinazione ad un altro per dare un particolare significato della forma verbale.

Nuovo!!: Morfema e Verbo ausiliare · Mostra di più »

Vocale tematica

Si chiama vocale tematica un elemento linguistico composto da una vocale che può trovarsi aggiunta alla radice per formare il tema.

Nuovo!!: Morfema e Vocale tematica · Mostra di più »

1933

Nessuna descrizione.

Nuovo!!: Morfema e 1933 · Mostra di più »

Riorienta qui:

Monema, Morfemi.

UscenteArrivo
Ehi! Siamo su Facebook ora! »