Logo
Unionpedia
Comunicazione
Disponibile su Google Play
Nuovo! Scarica Unionpedia sul tuo dispositivo Android™!
Scaricare
l'accesso più veloce di browser!
 

Nāgārjuna

Indice Nāgārjuna

Le notizie sulla vita di Nāgārjuna sono piuttosto frammentarie e confuse.

44 relazioni: Abhidhamma Piṭaka, Alfabeto devanagari, Anitya, Āryadeva, Śūnyatā, Bodhisattva, Brahmano, Buddhismo, Buddhismo Chán, Buddhismo cinese, Buddhismo dei Nikāya, Buddhismo Mahāyāna, Buddhismo Tiāntái, Buddhismo Vajrayāna, Cobra, Dharma, Dharmacakra, Esseri senzienti (buddhismo), Gautama Buddha, India, Krishna (fiume), Lingua cinese, Lingua coreana, Lingua giapponese, Lingua tibetana, Madhyamaka, Nāga, Nālandā, Nirvana, Nobile Ottuplice Sentiero, Pāramitā, Pinyin, Prajñāpāramitā Sūtra, Pratītyasamutpāda, Quattro nobili verità, Saṃsāra, Sarvāstivāda, Saurashtra, Tibet, Trentadue segni maggiori di un Buddha, Uṣṇīṣa, Vedismo, Vibhajyavāda, 150.

Abhidhamma Piṭaka

LAbhidhamma Piṭaka (pāli; sanscrito: Abhidharma Piṭaka; "Canestro della dottrina ulteriore"), è una delle tre sezioni del Tripiṭaka (tre canestri) o, più semplicemente, del canone buddhista.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Abhidhamma Piṭaka · Mostra di più »

Alfabeto devanagari

L'Alfabeto Dev'nāg'rī (देवनागरी; in IAST: Devanāgarī, sanscrito: lett. Scrittura della Città divina), detto anche Nāgarī, è un alfasillabario ("abugida") usato in diverse lingue dell'India (sanscrito, hindi, marathi, kashmiri, sindhi, nepalese).

Nuovo!!: Nāgārjuna e Alfabeto devanagari · Mostra di più »

Anitya

Anitya, "impermanenza", è un termine sanscrito (lingua pāli anicca; cinese; giapponese; tibetano mi rtag pa) che indica uno dei tre aspetti fondamentali dell'esistenza nella dottrina canonica del buddhismo, che sono.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Anitya · Mostra di più »

Āryadeva

Figlio del re cingalese Pañcaśṅaṛga, Āryadeva abbandonò il mondo secolare e si fece monaco buddhista di scuola Theravāda, divenendo discepolo di Hemadeva.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Āryadeva · Mostra di più »

Śūnyatā

Śūnyatā (devanāgarī: शून्यता, pāli: suññatā, cinese: 空 pinyin: kōng, coreano: gong, giapponese: kū, tibetano: stong-pan-yid, tr.it. Vacuità) è un sostantivo femminile della lingua sanscrita che indica una delle dottrine fondamentali nel Buddhismo.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Śūnyatā · Mostra di più »

Bodhisattva

Bodhisattva (devanāgarī बोधिसत्त्व) è un sostantivo maschile sanscrito che significa "Essere (sattva) 'illuminazione' (bodhi)".

Nuovo!!: Nāgārjuna e Bodhisattva · Mostra di più »

Brahmano

Il brahmano, detto anche bramino o bramano, più raramente bracmano (devanāgarī: ब्राह्मण, IAST brāhmaṇa), è un membro della casta sacerdotale del Varṇaśrama dharma o Varṇa vyavastha, la tradizionale divisione in quattro caste (varṇa) della società induista.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Brahmano · Mostra di più »

Buddhismo

Il buddhismo o piu comunemente detto buddismo (sanscrito: buddha-śāsana) è una delle religioni più antiche e più diffuse al mondo.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Buddhismo · Mostra di più »

Buddhismo Chán

Il Buddhismo Chán rappresenta un insieme di scuole, dottrine e lignaggi del Buddhismo cinese che fanno riferimento alla figura di Bodhidharma, il leggendario monaco indiano tradizionalmente ritenuto il suo fondatore.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Buddhismo Chán · Mostra di più »

Buddhismo cinese

Il buddhismo cinese è il frutto dell'intensa attività missionaria di importanti rappresentanti del buddhismo dei Nikāya e del buddhismo Mahāyāna provenienti dall'India e, soprattutto, dall'Asia Centrale in Cina e dei contributi di maestri locali, che continueranno questa tradizione o ne daranno nuove e cruciali interpretazioni.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Buddhismo cinese · Mostra di più »

Buddhismo dei Nikāya

L'espressione Buddhismo dei Nikāya è stata coniata dalla storiografia contemporanea per indicare un insieme eterogeneo di scuole buddhiste sorte nei primi secoli dopo la morte del Buddha Śakyamuni (vedi anche Concili buddhisti) che si riconoscevano in un corpo dottrinale e disciplinare, come il Canone pāli, che non comprende quelle scritture indicate successivamente come ''mahāyāna''.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Buddhismo dei Nikāya · Mostra di più »

Buddhismo Mahāyāna

Con il termine sanscrito composto Mahāyāna (devanāgarī: महायान, cinese:, giapponese: daijō, tibetano:, vietnamita: Đại Thừa; coreano: 대승, taesŭng o dae-seung; "Grande veicolo") si intende un insieme di insegnamenti e di scuole buddhiste che rifacendosi, tra gli altri, ai Prajñāpāramitā sūtra e al Sutra del Loto, proclamano la superiorità spirituale della via del bodhisattva rispetto a quella dell'arhat, quest'ultima proclamata nel Buddhismo dei Nikāya.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Buddhismo Mahāyāna · Mostra di più »

Buddhismo Tiāntái

Tiāntái zōng (天台宗, Wade-Giles: T'ien-t'ai tsung, giapponese: Tendai-shu, coreano: 천태종 Ch'ont'ae jong, vietnamita Thiên Thai tông; scuola delle Terrazze celesti, scuola buddhista Mahāyāna cinese fondata nel VI secolo).

Nuovo!!: Nāgārjuna e Buddhismo Tiāntái · Mostra di più »

Buddhismo Vajrayāna

L'espressione Buddhismo Vajrayāna è traducibile in italiano come Buddhismo del veicolo adamantino o Buddhismo del veicolo del diamante.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Buddhismo Vajrayāna · Mostra di più »

Cobra

Il cobra è il nome comune utilizzato per identificare alcuni elapidi in grado di allargare le costole per formare il famoso cappuccio.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Cobra · Mostra di più »

Dharma

Dharma (in devanāgarī: "धर्म") è un termine sanscrito che presso le religioni dell'Asia meridionale riveste numerosi significati.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Dharma · Mostra di più »

Dharmacakra

Il termine sanscrito Dharmacakra (devanāgarī धर्मचक्र, Pāli dhammacakka, cinese 法輪 fǎlún, giapponese hōrin, coreano 법륜 beomnyun o pŏmnyun, vietnamita pháp luân, tibetano chos kyi 'khor lo, Ruota del Dharma) è il simbolo della religione buddhista.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Dharmacakra · Mostra di più »

Esseri senzienti (buddhismo)

Con esseri senzienti nel buddhismo si indicano la totalità degli esseri viventi dotati di almeno un organo di senso che vivono nel saṃsāra.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Esseri senzienti (buddhismo) · Mostra di più »

Gautama Buddha

Visse approssimativamente tra il 566 a.C. e il 486 a.C. e proveniva da una famiglia ricca e nobile del clan degli Śākya, da cui anche l'appellativo Śākyamuni (l'asceta o il saggio della famiglia Śākya).

Nuovo!!: Nāgārjuna e Gautama Buddha · Mostra di più »

India

L'India (hindi: भारत Bhārat), ufficialmente Repubblica dell'India (Hindi: भारत गणराज्य Bhārat Gaṇarājya), è uno Stato federale dell'Asia meridionale, con capitale Nuova Delhi.

Nuovo!!: Nāgārjuna e India · Mostra di più »

Krishna (fiume)

Il fiume Krishna (sanscrito: कृष्णा नदी), che significa "scuro" (femminile) in sanscrito, chiamato anche Krishnaveni, è uno dei fiumi più lunghi dell'India (circa 1.290 km di lunghezza).

Nuovo!!: Nāgārjuna e Krishna (fiume) · Mostra di più »

Lingua cinese

La lingua cinese è una vasta e variegata famiglia linguistica composta da centinaia di varianti linguistiche distinte e spesso non mutuamente intelligibili, facente parte della famiglia delle lingue sino-tibetane evolutesi a partire dal III secolo a.C. nell'area geografica grossomodo corrispondente alla Cina continentale.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Lingua cinese · Mostra di più »

Lingua coreana

La lingua coreana è parlata da oltre 77,2 milioni di persone nella penisola coreana.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Lingua coreana · Mostra di più »

Lingua giapponese

La è una lingua parlata in Giappone e in numerose aree di immigrazione giapponese.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Lingua giapponese · Mostra di più »

Lingua tibetana

La lingua tibetana (nome nativo བོད་སྐད་ bod skad) è parlata dal popolo tibetano in una vasta area dell'Asia centrale e dai rifugiati tibetani sparsi in tutto il mondo.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Lingua tibetana · Mostra di più »

Madhyamaka

Con l'aggettivo sanscrito Mādhyamaka (devanāgarī, मध्यमक; cinese 中觀 pinyin Zhōngguān Wade-Giles Chung-kuan; giapponese Chūgan, coreano 중관 Chunghwan; tibetano: dBu ma) si indica in quella lingua la "medietà" ovvero la dottrina che persegue il Madhyamapratipad ("Via di Mezzo", cinese: 中道, Zhōngdào, giapponese: Chūdō, tibetano: dBu'i lam).

Nuovo!!: Nāgārjuna e Madhyamaka · Mostra di più »

Nāga

I naga ("serpente", femminile "nagini") sono un'antica razza di uomini-serpente presente nella religiosità e nella mitologia vedica e induista; storie di Naga fanno ancora parte della tradizione popolare di molte regioni a predominanza indù (India, Nepal, Bali) e buddhista (Sri Lanka, Sud-Est asiatico).

Nuovo!!: Nāgārjuna e Nāga · Mostra di più »

Nālandā

Nālandā (Hindi: नालन्दा, cinese 那爛陀 Nalantuo, giapponese: Naranda, Nāranda) è la più importante università buddhista dell'India antica.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Nālandā · Mostra di più »

Nirvana

La parola nirvana, dal sanscrito nirvāṇa (devanāgarī: निर्वाण, pāli: निब्बान nibbāna, cinese:, coreano:, giapponese: 涅槃 nehan) esprime un concetto proprio delle religioni buddhista e giainista, successivamente introdotto anche nell'induismo.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Nirvana · Mostra di più »

Nobile Ottuplice Sentiero

Il Nobile ottuplice sentiero (sanscrito आर्याष्टाङ्गिक मार्ग ārya aṣṭāṅgika mārga, pāli ariya-aṭṭhaṅgika-magga, cinese 八正道 bā zhèngdào Wade-Giles pa-cheng-tao, giapponese hasshōdō, tibetano 'phags-lam yan-lag brgyad, coreano 팔정도 p'al chŏngdo, vietnamita bát chánh đạo) corrisponde all'ultima delle Quattro nobili verità (sanscrito Catvāri-ārya-satyāni, pāli Cāttari aryasaccāni), la dottrina buddhista riportata nel Canone pāli all'interno del Saṃyutta-nikāya (nel Dhammacakkappavattana Sutta, italiano Sutra della messa in moto della Legge) e nel Canone cinese nello Záhánjīng (雜含經, giapp. giapp. Zōgon agonkyō), che poi è la traduzione in cinese del testo sanscrito Saṃyuktāgama al cui interno è collocato il Dharmaçakrapravartana Sūtra.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Nobile Ottuplice Sentiero · Mostra di più »

Pāramitā

Il termine sanscrito pāramitā (devanāgarī पारमिता) è un sostantivo femminile che indica il "condurre alla riva opposta" o il "raggiungimento della riva opposta" o ancora il "completamento di un percorso", come aggettivo (qui privo del diacritico nella ultima vocale a quindi pāramita) indica quello che è "giunto alla riva opposta" oppure quello che ha "attraversato".

Nuovo!!: Nāgārjuna e Pāramitā · Mostra di più »

Pinyin

Con il termine Pinyin (拼音, letteralmente "trascrivere-suoni") ci si riferisce generalmente allo Hànyǔ Pīnyīn, che è un sistema per trascrivere in alfabeto latino la pronuncia del cinese moderno.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Pinyin · Mostra di più »

Prajñāpāramitā Sūtra

Prajñāpāramitāsūtra (sanscrito; devanagari: प्रज्ञा पारमिता, cinese: 般若波羅蜜多經 pinyin Bōrě bōluómì duō jīng, giapponese 般若経, tibetano ཤེས་རབ་ཕ་རོལ་, coreano: 반야경, vietnamita: Bát Nhã Ba La Mật Đa) ovvero Sutra della perfezione della saggezza o Sutra della conoscenza trascendente è il nome dato ad un insieme di trentotto sutra buddhisti, i più antichi dei quali risalgono al I secolo a.C. mentre i più tardi arrivano al VII secolo d.C., che sono, unitamente al Sutra del Loto, al fondamento del Buddhismo Mahāyāna.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Prajñāpāramitā Sūtra · Mostra di più »

Pratītyasamutpāda

Con il sostantivo maschile sanscrito pratītyasamutpāda (devanāgarī: प्रतीत्यसमुत्पाद; pāli: paṭicca samuppāda, cinese: 十二緣 pinyin shieryuan, giapponese: 十二因縁 jūni innen, tibetano: rten 'brel yan lag bcu gnyis) si indica in quella lingua la dottrina buddhista della coproduzione condizionata, detta anche originazione interdipendente o genesi dipendente, la quale spiega il prodursi dei fenomeni legati all'esistenza secondo una logica di causa ed effetto.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Pratītyasamutpāda · Mostra di più »

Quattro nobili verità

Le Quattro Nobili Verità (sans. चत्वारि आर्यसत्यानि catvāri-ārya-satyāni, pāli cattāri ariya-saccāni, cinese 四諦 pinyin sì dì Wade-Giles ssu-ti, giapponese shitai, tibetano 'phags pa'i bden pa bzhi, bden pa rnam pa bzhi, coreano 사제 sa che, vietnamita tứ đế) rappresentano un elemento cardine della dottrina buddhista.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Quattro nobili verità · Mostra di più »

Saṃsāra

Il termine sanscrito (devanāgarī संसार, "scorrere insieme") indica, nelle religioni dell'India quali il Brahmanesimo, il Buddhismo, il Giainismo e l'Induismo, la dottrina inerente al ciclo di vita, morte e rinascita.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Saṃsāra · Mostra di più »

Sarvāstivāda

La scuola buddhista Sarvāstivāda (pāli Sabbattivāda, cinese 說一切有部 Shuō yīqiè yǒu bù, giapponese Setsu issai u bu, coreano 설일체유부 Sŏl ilch'e yu bu, vietnamita Thuyết nhất thiết hữu bộ; conosciuta anche come Vaibhasika) è stata una delle più importanti scuole del Buddhismo dei Nikāya.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Sarvāstivāda · Mostra di più »

Saurashtra

Saurashtra (in gujarati સૌરાષ્ટ્ર), (in hindi सौराष्ट्र) oppure Soruth o ancora Sorath, è una regione situata nella parte occidentale dell'India, lungo la costa del Mar Arabico nello Stato del Gujarat.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Saurashtra · Mostra di più »

Tibet

Il Tibet (in tibetano: བོད་, bod, /pø/; in cinese: 西藏, Xīzàng), in passato riportato anche come Thibet, è una regione dell'Asia centrale, attualmente rientrante nei confini geo-politici della Cina, sebbene rivendichi una sua autonomia e indipendenza politica, localizzata sull'omonimo altipiano.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Tibet · Mostra di più »

Trentadue segni maggiori di un Buddha

Gandhāra). La Ruota del Dharma sulle piante dei piedi (''Cakrāṅkita-hasta-pāda-tala'') è uno dei Trentadue segni maggiori di un Buddha (''Dvatrimsadvaralaksana''). Gandhāra con la caratteristica ''uṣṇīṣa'' posta in cima alla testa e la ''ūrṇā'' in mezzo agli occhi. Da notare che le mani sono poste nel "Gesto di somma illuminazione" (''bodhyagrimudrā''): l'indice della mano sinistra è avvolto dalle dita della mano destra, il che indica che la Realtà assoluta, l'Uno, e avvolto dalla Realtà fenomenica, il molteplice. Ritratto di Nagarjuna protetto da un ''naga'' e con la caratteristica ''uṣṇīṣa'' posta in cima alla testa. Nagarjuna possiede questo "segno" del Buddha in quanto, secondo la tradizione Mahayana, avendo insegnato la dottrina della vacuità (sunyata), avrebbe messo in moto il secondo giro della Ruota del Dharma (''dharmacakra''). I Trentadue segni maggiori di un Buddha (o "Trentadue caratteristiche della perfezione", sanscrito Dvātrimāśadvaralakṣaṇa, cinese 三十二相 pinyin sānshíèr xiàng, coreano: samsip-i sang, giapponese sanjūni sō, tibetano mtshan bzang-po sum-cu rtsa-gnyis) rappresentano i segni distintivi maggiori di un Buddha riconosciuti in tutte le scuole buddhiste del Buddhismo dei Nikaya, del Buddhismo Theravada, del Buddhismo Mahayana e del Buddhismo Vajrayana.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Trentadue segni maggiori di un Buddha · Mostra di più »

Uṣṇīṣa

La Uṣṇīṣa (उष्णीष, protuberanza cranica, cinese: 頂相 pinyin: dǐngxiàng, coreano: jeongsang, giapponese: chōsō, tibetano: gtsug-gtor) è uno dei Trentadue segni maggiori di un Buddha (Dvātrimāśadvaralakṣaṇa) e corrisponde ad una protuberanza sul cranio.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Uṣṇīṣa · Mostra di più »

Vedismo

Con il termine Vedismo (o religione dei Veda) gli storici delle religioni e gli orientalisti intendono la religione e la cultura dei popoli indoeuropei denominati Arii che intorno al XV secolo a.C. migrarono verso l'India nord-occidentale (allora indicata come Saptasindhu सप्त सिंधु, Terra dei sette fiumi, in avestico Hapta Hindu, oggi denominata Punjab dal persiano Panjāb 'cinque acque') provenendo dall'area di Balkh (oggi in Afghanistan settentrionale).

Nuovo!!: Nāgārjuna e Vedismo · Mostra di più »

Vibhajyavāda

Vibhajyavāda è la scuola Sthaviravāda del Buddhismo dei Nikāya che ha dato origine all'attuale scuola cingalese Theravāda.

Nuovo!!: Nāgārjuna e Vibhajyavāda · Mostra di più »

150

050.

Nuovo!!: Nāgārjuna e 150 · Mostra di più »

Riorienta qui:

Nagarjuna.

UscenteArrivo
Ehi! Siamo su Facebook ora! »