Logo
Unionpedia
Comunicazione
Disponibile su Google Play
Nuovo! Scarica Unionpedia sul tuo dispositivo Android™!
Installa
l'accesso più veloce di browser!
E-un annuncio gratuito

O sole mio (film)

O Sole Mio è un film del 1946, diretto da Giacomo Gentilomo.

35 relazioni: Adriana Benetti, Alberto Boccianti, Anchise Brizzi, Armando Francioli, Arnoldo Foà, Ákos Tolnay, Carlo Ninchi, Cesare Fantoni, Cesare Polacco, Ernesto Almirante, Ezio Carabella, Giacomo Gentilomo, Giulio Panicali, Italia, Lauro Gazzolo, Lily Granado, Lingua italiana, Luciano Doria (sceneggiatore), Mario Amendola, Mario Sequi, Nanni Loy, Napoli, Neorealismo (cinema), Quattro giornate di Napoli, Rosetta Calavetta, Salvatore Cuffaro, Tina Lattanzi, Tito Gobbi, Tonino Delli Colli, Vera Carmi, Vittorio Caprioli, Vittorio Sanipoli, 1945, 1946, 1952.

Adriana Benetti

Nata a Quacchio, quartiere a est della città di Ferrara, si diplomò presso l'Istituto Magistrale del capoluogo estense per approdare successivamente a Roma dove venne ammessa al Centro Sperimentale di Cinematografia.

Nuovo!!: O sole mio (film) e Adriana Benetti · Mostra di più »

Alberto Boccianti

In 34 anni di attività scenografica ha curato le scenografie di circa settanta film.

Nuovo!!: O sole mio (film) e Alberto Boccianti · Mostra di più »

Anchise Brizzi

Ha lavorato in 108 pellicole dal 1914 al 1963 ed ha vinto il riconoscimento per la migliore fotografia al Festival di Locarno nel 1948 per il suo lavoro nel film La certosa di Parma, condiviso con G. R. Aldo e Nicolas Hayer.

Nuovo!!: O sole mio (film) e Anchise Brizzi · Mostra di più »

Armando Francioli

Armando Francioli è nato a Roma il 21 ottobre 1919.

Nuovo!!: O sole mio (film) e Armando Francioli · Mostra di più »

Arnoldo Foà

Nato a Ferrara in una famiglia di origine ebraica (anche se dal punto di vista religioso si è sempre dichiarato ateo), era figlio di Valentino e Dirce Levi.

Nuovo!!: O sole mio (film) e Arnoldo Foà · Mostra di più »

Ákos Tolnay

Ha lavorato principalmente come sceneggiatore in quasi quaranta film, dapprima in Francia e poi in Italia, dove si stabilisce, dal 1934 al 1959.

Nuovo!!: O sole mio (film) e Ákos Tolnay · Mostra di più »

Carlo Ninchi

Fratello di Annibale (1887-1967) e cugino di Ave (1915-1997), debutta nella compagnia del fratello impersonando Pilade nellOreste di Alfieri, per poi essere chiamato nelle maggiori compagnie teatrali italiane dove si trova a dividere la scena con altri futuri grandi quali Paolo Stoppa e Gino Cervi.

Nuovo!!: O sole mio (film) e Carlo Ninchi · Mostra di più »

Cesare Fantoni

È stato a lungo attore nel teatro di prosa e ha recitato in parecchi lavori diretti da Luchino Visconti.

Nuovo!!: O sole mio (film) e Cesare Fantoni · Mostra di più »

Cesare Polacco

Cesare Polacco nacque a Venezia il 14 maggio 1900 da una famiglia ebraica.

Nuovo!!: O sole mio (film) e Cesare Polacco · Mostra di più »

Ernesto Almirante

Figlio secondogenito dell'attore teatrale Nunzio (gli altri suoi fratelli sono Giacomo, Luigi e Mario) e cugino di Italia, recita fin dalla tenera età dell'infanzia l'arte della recitazione teatrale e per anni affiancherà il padre durante l'attività scenica.

Nuovo!!: O sole mio (film) e Ernesto Almirante · Mostra di più »

Ezio Carabella

Nato a Roma, dopo gli studi in composizione e direzione orchestrale e il diploma in pianoforte, inizia a comporre musiche per il teatro leggero e per diverse operette.

Nuovo!!: O sole mio (film) e Ezio Carabella · Mostra di più »

Giacomo Gentilomo

Fin dal liceo ha la passione per il disegno, la pittura e il teatro.

Nuovo!!: O sole mio (film) e Giacomo Gentilomo · Mostra di più »

Giulio Panicali

Tra gli anni trenta e gli anni quaranta ha interpretato diversi film come attore, tra i quali si ricorda il ruolo di Franz Kober in Tenebre di Guido Brignone (1934), con il quale ha debuttato al cinema.

Nuovo!!: O sole mio (film) e Giulio Panicali · Mostra di più »

Italia

L'Italia, ufficialmente Repubblica Italiana, è una repubblica parlamentare situata nell'Europa meridionale, con una popolazione di 60,6 milioni di abitanti.

Nuovo!!: O sole mio (film) e Italia · Mostra di più »

Lauro Gazzolo

È padre degli attori Nando Gazzolo e Virginio Gazzolo.

Nuovo!!: O sole mio (film) e Lauro Gazzolo · Mostra di più »

Lily Granado

Nel medesimo periodo è stata anche attrice nel teatro di rivista, lavorando nella compagnia di Erminio Macario.

Nuovo!!: O sole mio (film) e Lily Granado · Mostra di più »

Lingua italiana

L'italiano è una lingua romanza basata sul fiorentino letterario usato nel Trecento.

Nuovo!!: O sole mio (film) e Lingua italiana · Mostra di più »

Luciano Doria (sceneggiatore)

Di professione giornalista, si avvicinò al cinema nel 1918 presso la Tiber Film, dove fu soggettista e sceneggiatore.

Nuovo!!: O sole mio (film) e Luciano Doria (sceneggiatore) · Mostra di più »

Mario Amendola

Iniziò la sua carriera nel 1931 come scrittore di riviste di avanspettacolo, ottenendo grande successo alla fine degli anni trenta con le riviste di Macario e Wanda Osiris (tra i suoi titoli, Tutte donne meno io, Febbre azzurra, Follie di Amleto, Le educande di San Babila, L'uomo si conquista la domenica).

Nuovo!!: O sole mio (film) e Mario Amendola · Mostra di più »

Mario Sequi

Debutta come attor giovane in teatro, ricoprendo successivamente anche l'attività di aiuto regista ed organizzatore di spettacoli, trasferitosi a Roma inizia a collaborare con le produzioni cinematografiche come soggettista e sceneggiatore.

Nuovo!!: O sole mio (film) e Mario Sequi · Mostra di più »

Nanni Loy

Dopo essersi diplomato presso il Centro sperimentale di cinematografia di Roma nel 1948, esordì alla regia con Parola di ladro (1957), umoristico e fine giallo in costume, diretto assieme a Gianni Puccini, con il quale girò l'anno successivo Il marito.

Nuovo!!: O sole mio (film) e Nanni Loy · Mostra di più »

Napoli

Napoli (AFI:; Nàpule in lingua napoletana, pronuncia o) è una città italiana di abitanti, terza in Italia per popolazione, capoluogo della omonima città metropolitana e della regione Campania, centro di una delle aree urbane più densamente abitate dell'Unione europea.

Nuovo!!: O sole mio (film) e Napoli · Mostra di più »

Neorealismo (cinema)

L'inizio del fenomeno del neorealismo propriamente detto si fanno canonicamente risalire al 1943, allorquando venne presentato al pubblico italiano il capolavoro di Visconti Ossessione.

Nuovo!!: O sole mio (film) e Neorealismo (cinema) · Mostra di più »

Quattro giornate di Napoli

Le Quattro giornate di Napoli (27-30 settembre 1943) furono un episodio storico di insurrezione popolare avvenuto nel corso della seconda guerra mondiale tramite il quale, i civili, con l'apporto di militari fedeli al Regno del Sud, riuscirono a liberare la città di Napoli dall'occupazione delle forze armate tedesche.

Nuovo!!: O sole mio (film) e Quattro giornate di Napoli · Mostra di più »

Rosetta Calavetta

Esordì al cinema come attrice a neppure tredici anni, avendo un piccolo ruolo in Corte d'Assise di Guido Brignone (1930) primo film italiano di genere poliziesco, a cui seguirono L'armata azzurra di Gennaro Righelli (1932), L'ambasciatore di Baldassarre Negroni (1936), Marionette di Carmine Gallone (1938) e Vento di milioni di Dino Falconi (1940), nel ruolo della cameriera.

Nuovo!!: O sole mio (film) e Rosetta Calavetta · Mostra di più »

Salvatore Cuffaro

È stato condannato definitivamente a sette anni di reclusione per favoreggiamento aggravato a Cosa nostra e rivelazione di segreto istruttorio.

Nuovo!!: O sole mio (film) e Salvatore Cuffaro · Mostra di più »

Tina Lattanzi

Figlia di Ercole Costantini e Geltrude Montori, nel 1919 si sposò con Giovanni Lattanzi, professore di liceo, dal quale prese il cognome ed ebbe due figli Fiorella e Glauco.

Nuovo!!: O sole mio (film) e Tina Lattanzi · Mostra di più »

Tito Gobbi

Il giovane Tito studiò giurisprudenza all'Università degli Studi di Padova.

Nuovo!!: O sole mio (film) e Tito Gobbi · Mostra di più »

Tonino Delli Colli

Considerato uno dei migliori direttori della fotografia di sempre, fece a soli sedici anni il suo esordio nel cinema, iniziando come assistente a Cinecittà di Ubaldo Arata e Anchise Brizzi.

Nuovo!!: O sole mio (film) e Tonino Delli Colli · Mostra di più »

Vera Carmi

Nata a Torino nel 1914, dopo aver iniziato con il teatro nel capoluogo piemontese si trasferisce a Roma dove viene scritturata per il suo primo film Addio giovinezza!, con la direzione di Ferdinando Maria Poggioli (1940).

Nuovo!!: O sole mio (film) e Vera Carmi · Mostra di più »

Vittorio Caprioli

Diplomatosi all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica di Roma, esordì nel 1942 nella compagnia Carli-Racca, approdando nel 1948 al Piccolo di Milano, dove sotto la direzione di Strehler prese parte a La tempesta di Shakespeare.

Nuovo!!: O sole mio (film) e Vittorio Caprioli · Mostra di più »

Vittorio Sanipoli

Vittorio Sanipoli frequentò l'Accademia d'Arte Drammatica a Milano su suggerimento della zia, l'attrice Elvira Sanipoli, moglie di Annibale Betrone, ed esordì nel 1939 nella Compagnia dei Gialli, diretta da Romano Calò; recitò poi con la Compagnia Odeon di Milano (1941), e nel dopoguerra con Ruggeri e Ricci (1948).

Nuovo!!: O sole mio (film) e Vittorio Sanipoli · Mostra di più »

1945

Nessuna descrizione.

Nuovo!!: O sole mio (film) e 1945 · Mostra di più »

1946

Nessuna descrizione.

Nuovo!!: O sole mio (film) e 1946 · Mostra di più »

1952

* Lista dei capi di Stato e di governo nel 1952.

Nuovo!!: O sole mio (film) e 1952 · Mostra di più »

Riorienta qui:

O sole mio (film 1945).

UscenteArrivo
Ehi! Siamo su Facebook ora! »