Logo
Unionpedia
Comunicazione
Disponibile su Google Play
Nuovo! Scarica Unionpedia sul tuo dispositivo Android™!
Gratuito
l'accesso più veloce di browser!
 

Boiling Point - I nuovi gangster e Takeshi Kitano

Scorciatoie: Differenze, Analogie, Jaccard somiglianza Coefficiente, Riferimenti.

Differenza tra Boiling Point - I nuovi gangster e Takeshi Kitano

Boiling Point - I nuovi gangster vs. Takeshi Kitano

Boiling Point - I nuovi gangster (in giapponese: 3-4×10月, 3-4x jūgatsu) è un film del 1990 diretto da Takeshi Kitano. È considerato uno dei più importanti registi orientali viventi per l'inconfondibilità del suo stile, la qualità delle sue produzioni, la radicalità e la forza innovativa del suo cinema.

Analogie tra Boiling Point - I nuovi gangster e Takeshi Kitano

Boiling Point - I nuovi gangster e Takeshi Kitano hanno 2 punti in comune (in Unionpedia): Okinawa, Yakuza.

Okinawa

Le formano il gruppo principale dell'arcipelago giapponese delle Ryūkyū) e comprendono l'omonima isola e altre minori.

Boiling Point - I nuovi gangster e Okinawa · Okinawa e Takeshi Kitano · Mostra di più »

Yakuza

La yakuza (hiragana: やくざ, katakana: ヤクザ), chiamata anche è una tradizionale organizzazione criminale suddivisa in numerose bande dette kumi o – nella terminologia legale –. Il nome deriva da tre numeri, 8-9-3, che si traducono rispettivamente in hachi, kyuu e san (ha-kyuu-sa, da cui deriva appunto ya-ku-za), che costituivano il punteggio più basso di un gioco di carte nipponico, l'.

Boiling Point - I nuovi gangster e Yakuza · Takeshi Kitano e Yakuza · Mostra di più »

La lista di cui sopra risponde alle seguenti domande

Confronto tra Boiling Point - I nuovi gangster e Takeshi Kitano

Boiling Point - I nuovi gangster ha 7 relazioni, mentre Takeshi Kitano ha 119. Come hanno in comune 2, l'indice di Jaccard è 1.59% = 2 / (7 + 119).

Riferimenti

Questo articolo mostra la relazione tra Boiling Point - I nuovi gangster e Takeshi Kitano. Per accedere a ogni articolo dal quale è stato estratto informazioni, visitare:

Ehi! Siamo su Facebook ora! »