Logo
Unionpedia
Comunicazione
Disponibile su Google Play
Nuovo! Scarica Unionpedia sul tuo dispositivo Android™!
Installa
l'accesso più veloce di browser!
 

Abbandono (film)

Indice Abbandono (film)

Abbandono è un film di genere drammatico diretto nel 1940 da Mario Mattoli.

63 relazioni: Adolfo Franci, Aiuto regista, Aristide Garbini, Arnaldo Frateili, Bertoldo (rivista), Bianco e nero, Camillo Pilotto, Carlo Duse, Cinecittà, Cinema (rivista), Cineteca di Bologna, Corinne Luchaire, Corriere della Sera, Direttore di produzione, Emilio Cigoli, Enrico Lancia, Enrico Musy, Enzo Duse, Ernesto G. Laura, Eugenio Duse, Fabrizio Sarazani, Filippo Sacchi, Film drammatico, Fotografo di scena, Francesco Savio, Francia, Gazzetta del Popolo, George Rigaud, Gianni Rondolino, Giulietta De Riso, Guglielmina Setti, Guido Fiorini, Il Giornale d'Italia (1901-1976), Il Lavoro, Il Mattino, Italia, L'Illustrazione Italiana, La Tribuna, Lia Orlandini, Lydia Simoneschi, María Denis, Mario Mattoli, Mario Serandrei, Michelangelo Antonioni, Nerio Bernardi, Nino Marchesini, Nino Marchetti, Nino Pavese, Osvaldo Valenti, Pietro Bianchi (critico cinematografico), ..., Roberto Chiti (critico), Salvatore Allegra, Sandro Ruffini, Segretario di edizione, Sergio Grieco, Sistemi di classificazione dei film, Spagna, Steno, Tecnico del suono, Verona, Vittorio Calvino, 1940, 8ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia (1940). Espandi índice (13 più) »

Adolfo Franci

Critico cinematografico del settimanale L'Illustrazione Italiana, iniziò l'attività di sceneggiatore dal 1942 con I bambini ci guardano e fino a poco prima della prematura scomparsa, avvenuta a 58 anni, lavorò in tredici film.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Adolfo Franci · Mostra di più »

Aiuto regista

L'aiuto regista, nella terminologia cinematografica, è il collaboratore del regista che si occupa dell'organizzazione del film, della pianificazione delle riprese e dell'organizzazione del set per conto del regista.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Aiuto regista · Mostra di più »

Aristide Garbini

Giovanissimo inizia a calcare i tavoli dei palcoscenici in compagnie filodrammatiche, per entrare con Gastone Monaldi nel teatro dialettale romano, dove interpreta sia drammoni a fosche tinte, che farse.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Aristide Garbini · Mostra di più »

Arnaldo Frateili

Laureato in Lettere a Roma, insegnò nelle scuole superiori.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Arnaldo Frateili · Mostra di più »

Bertoldo (rivista)

Il Bertoldo fu una rivista periodica di umorismo e satira pubblicata a Milano dal 14 luglio 1936 al 10 settembre 1943 dalla Rizzoli.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Bertoldo (rivista) · Mostra di più »

Bianco e nero

Bianco e nero, spesso abbreviato in B/N, indica una forma di rappresentazione visiva che non utilizza il colore.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Bianco e nero · Mostra di più »

Camillo Pilotto

Fu uno dei più importanti caratteristi sul palcoscenico della prima metà del Novecento.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Camillo Pilotto · Mostra di più »

Carlo Duse

Nasce a Udine all'interno di una grande famiglia di attori, cugino di Eleonora e fratello minore di Eugenio, inizia a calcare i tavoli dei teatri come attore giovane, nelle compagnie di Virgilio Talli, Maria Melato, Antonio Gandusio, e successivamente in quelle di Ermete Zacconi, Dina Galli e Amedeo Chiantoni, lavorando anche come autore di testi di commedie.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Carlo Duse · Mostra di più »

Cinecittà

Istituto Luce-Cinecittà è la società pubblica che opera come braccio operativo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, e una delle principali realtà del settore cinematografico, con una varietà di impegni e attività che si traducono nella più ampia missione di sostegno alla cinematografia e all'audiovisivo italiani.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Cinecittà · Mostra di più »

Cinema (rivista)

Cinema è stata una rivista italiana di critica cinematografica fondata nel 1936 da Ulrico Hoepli.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Cinema (rivista) · Mostra di più »

Cineteca di Bologna

La Cineteca di Bologna è una delle più importanti cineteche europee.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Cineteca di Bologna · Mostra di più »

Corinne Luchaire

Figlia del celebre giornalista Jean Luchaire, fucilato durante la Liberazione francese, fu attrice assai popolare verso la fine degli anni trenta quando partecipò a una mezza dozzina di film.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Corinne Luchaire · Mostra di più »

Corriere della Sera

Il Corriere della Sera è uno storico quotidiano italiano, fondato a Milano nel 1876.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Corriere della Sera · Mostra di più »

Direttore di produzione

Il direttore di produzione è la figura professionale che si occupa di tutta la lavorazione di un film, dalla preparazione delle scalette di lavorazione alla composizione della troupe, ai contratti con le varie figure professionali, fino alla postproduzione e alla copia finale risponde direttamente all'organizzatore generale che a sua volta risponde al produttore.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Direttore di produzione · Mostra di più »

Emilio Cigoli

Discendente dell'artista rinascimentale Lodovico Cardi, detto ''il Cigoli''.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Emilio Cigoli · Mostra di più »

Enrico Lancia

Appassionato di cinema, insieme a Roberto Chiti è tra i primi sin dal dopoguerra immediato a raccogliere dati completi sui film italiani.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Enrico Lancia · Mostra di più »

Enrico Musy

Spesso accreditato con il nome d'arte di Enrico Glori, Musy fu un valente e navigato caratterista specializzato soprattutto nell'interpretazioni di ruoli negativi e violenti.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Enrico Musy · Mostra di più »

Enzo Duse

Nessuna descrizione.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Enzo Duse · Mostra di più »

Ernesto G. Laura

Cresciuto a Padova, lì frequenta la Scuola di Religione dell'Antonianum.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Ernesto G. Laura · Mostra di più »

Eugenio Duse

Fratello maggiore di Carlo e parente di Eleonora, debuttò giovanissimo sulle scene teatrali come attore brillante e dai primi anni '20 riesce ad imporsi recitando con Aristide Baghetti, Emma Gramatica, Ugo Farulli, Marga Cella e Gemma Bolognesi.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Eugenio Duse · Mostra di più »

Fabrizio Sarazani

Diretto discendente di una delle famiglie più antiche della nobiltà romana (era un conte), iniziò l'attività giornalistica nel 1925, appena ventenne, prima a La Tribuna e poi al Popolo di Roma.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Fabrizio Sarazani · Mostra di più »

Filippo Sacchi

Dopo gli studi al Liceo "Antonio Pigafetta" di Vicenza si iscrisse all'Università di Padova, prima in Legge poi in Lettere e filosofia.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Filippo Sacchi · Mostra di più »

Film drammatico

Un film drammatico è un genere di film che si basa sullo sviluppo dei personaggi, dell'interazione tra essi e che tratta temi di impatto emotivo.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Film drammatico · Mostra di più »

Fotografo di scena

Il fotografo di scena si occupa di scattare immagini direttamente sul set del film al fine di pubblicizzare, attraverso la pubblicazione e la circolazione delle proprie foto, il film stesso.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Fotografo di scena · Mostra di più »

Francesco Savio

Discendente della famiglia Pavolini, figlio di Corrado Pavolini, nipote di Alessandro Pavolini e fratello di Luca Pavolini, da sempre interessato alle arti sceniche e cinematografiche, nel 1945 si iscrive ai corsi di regia all'Accademia nazionale d'arte drammatica, dove sarà compagno di studi insieme a Elio Pandolfi, Mario Ferrero, Bice Valori, Rossella Falk, diplomandosi nel 1948, per intraprendere subito l'attività di aiuto regista per il teatro, ma anche come critico cinematografico collaborando a varie pubblicazioni.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Francesco Savio · Mostra di più »

Francia

La Francia (in francese: France), ufficialmente Repubblica francese (in francese: République française), è uno Stato transcontinentale principalmente situato nell'Europa occidentale, ma che possiede ugualmente territori disseminati su più oceani e altri continenti.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Francia · Mostra di più »

Gazzetta del Popolo

La Gazzetta del Popolo (L'Italiano-Gazzetta del Popolo dalla fondazione fino al 1945) è stato un quotidiano italiano fondato a Torino il 16 giugno 1848.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Gazzetta del Popolo · Mostra di più »

George Rigaud

Nasce da una famiglia di immigrati europei, italiano da parte del padre, basco da quella della madre.

Nuovo!!: Abbandono (film) e George Rigaud · Mostra di più »

Gianni Rondolino

Già professore ordinario di Storia e Critica del Cinema all'Università di Torino e storico del cinema italiano, è autore di saggi e volumi, fra i quali Storia del cinema d'animazione (1974), Storia del cinema (1977), Luchino Visconti (1981), Roberto Rossellini (1989), Cinema e musica (1991) e, con Dario Tomasi, Manuale del Film (1995).

Nuovo!!: Abbandono (film) e Gianni Rondolino · Mostra di più »

Giulietta De Riso

Attrice teatrale (negli anni '20 fu nella compagnia di Luigi Almirante, con Italia Almirante e Tullio Carminati e nel 1928 fondò una propria compagnia con Memo Benassi) e cinematografica; sul grande schermo debuttò nel 1911 a tredici anni con cortometraggi prodotti da Arturo Ambrosio per la Ambrosio Film accanto a Giuseppe De Riso.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Giulietta De Riso · Mostra di più »

Guglielmina Setti

Nel periodo dell'anteguerra fu la prima donna a tenere una rubrica di critica cinematografica in Italia, sul quotidiano Il Lavoro di Genova, insieme a Irene Brin e acquisì una discreta popolarità insieme con un altro critico, Filippo Sacchi e svariati altri.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Guglielmina Setti · Mostra di più »

Guido Fiorini

Ingegnere, negli anni venti risiedette a Parigi, dedicandosi all'approfondimento dei problemi inerenti alle strutture metalliche nell'edilizia.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Guido Fiorini · Mostra di più »

Il Giornale d'Italia (1901-1976)

Il Giornale d'Italia è stato un quotidiano italiano con sede a Roma, fondato nel 1901 e chiuso nel 1976.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Il Giornale d'Italia (1901-1976) · Mostra di più »

Il Lavoro

Il Lavoro è stato un famoso ed importante quotidiano italiano genovese, nato nel 1903 e chiuso nel 1992.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Il Lavoro · Mostra di più »

Il Mattino

Il Mattino è un quotidiano fondato a Napoli nel marzo 1892 da Edoardo Scarfoglio e Matilde Serao.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Il Mattino · Mostra di più »

Italia

L'Italia, ufficialmente Repubblica Italiana, è una repubblica parlamentare situata nell'Europa meridionale, con una popolazione di 60,5 milioni di abitanti e Roma come capitale.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Italia · Mostra di più »

L'Illustrazione Italiana

L'illustrazione Italiana è stata una rivista settimanale italiana con sede a Milano, pubblicata ininterrottamente dal 1873 al 1962 per un totale di quasi 5 000 numeri.

Nuovo!!: Abbandono (film) e L'Illustrazione Italiana · Mostra di più »

La Tribuna

La Tribuna fu un giornale quotidiano fondato a Roma nel 1883 dai politici Alfredo Baccarini e Giuseppe Zanardelli (due tra i cinque capi della corrente della Sinistra storica detta «Pentarchia»).

Nuovo!!: Abbandono (film) e La Tribuna · Mostra di più »

Lia Orlandini

Esordì nel 1913 a soli 17 anni nell'edizione muta di Quo vadis? diretta da Enrico Guazzoni; in seguito passò al teatro e, dopo l'avvento del sonoro, si dedicò prevalentemente al cinema, in cui però comparve molto poco, al doppiaggio ed all'attività radiofonica.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Lia Orlandini · Mostra di più »

Lydia Simoneschi

Figlia d'arte (suo padre, Carlo Simoneschi, era stato un famoso attore e regista del cinema muto italiano) ancora molto giovane decise di fare l'attrice, debuttando nella compagnia teatrale di Camillo Pilotto e recitando in vari spettacoli teatrali in giro per l'Italia e l'Europa; nei primi anni trenta debuttò anche nel cinema, ma il suo aspetto fisico poco appariscente non l'aiutò davanti alla cinepresa: come attrice cinematografica ebbe una carriera molto modesta (recitò soltanto in sei pellicole tra il 1932 ed il 1959) e sempre confinata a dei piccoli ruoli di contorno, ma la sua voce suadente, passionale e sofisticata le aprì la strada per diventare una doppiatrice.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Lydia Simoneschi · Mostra di più »

María Denis

Nata in Argentina da genitori italiani, ha solo nove mesi quando viene riportata in Italia dalla madre, rimasta sola a seguito di una malattia psichiatrica del marito.

Nuovo!!: Abbandono (film) e María Denis · Mostra di più »

Mario Mattoli

Mario Mattoli è discendente diretto di Agostino Mattoli, medico chirurgo omeopata e patriota italiano del XIX sec., aderente alla Repubblica Romana.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Mario Mattoli · Mostra di più »

Mario Serandrei

Esordì nel 1929, ad appena 22 anni, come sceneggiatore, montatore e aiuto registra nel film di Alessandro Blasetti Sole.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Mario Serandrei · Mostra di più »

Michelangelo Antonioni

Autore di riferimento del cinema moderno, fin dall'esordio nel 1950 con Cronaca di un amore, pellicola che «segna la fine del neorealismo e la nascita di una nuova stagione del cinema italiano»Le Garzantine - L'Universale Cinema, 2006, p. 37, Antonioni ha firmato alcune delle pagine più intense e profonde del cinema degli anni sessanta e settanta.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Michelangelo Antonioni · Mostra di più »

Nerio Bernardi

Dopo aver studiato matematica e medicina, passò a contrappunto e composizione, e infine si dedicò al teatro, facendo ditta nel 1938 con Romano Calò e Olga Solbelli, per poi passare al mondo del cinema come attore.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Nerio Bernardi · Mostra di più »

Nino Marchesini

Lavora in teatro distinguendosi per la dizione chiara.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Nino Marchesini · Mostra di più »

Nino Marchetti

Fu nominato Presidente onorario della Cooperativa Doppiatori.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Nino Marchetti · Mostra di più »

Nino Pavese

Fratello minore del più famoso Luigi Pavese, iniziò anch'egli la sua carriera come attore di teatro, prima come membro di varie compagnie di grido, poi formandone una propria verso la fine degli anni trenta.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Nino Pavese · Mostra di più »

Osvaldo Valenti

Osvaldo Valenti nacque a Costantinopoli (l'odierna Istanbul, in Turchia), al secolo capitale dell'Impero ottomano, il 17 febbraio del 1906, figlio di un commerciante di tappeti siciliano e di un'agiata donna greca.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Osvaldo Valenti · Mostra di più »

Pietro Bianchi (critico cinematografico)

Figlio di un fornaio, quando è ancora studente, nel 1928, firma sulla Gazzetta di Parma il suo primo pezzo come critico cinematografico un anno prima di Filippo Sacchi che diventerà il decano del settore.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Pietro Bianchi (critico cinematografico) · Mostra di più »

Roberto Chiti (critico)

Iniziò la carriera di critico cinematografico sul Corriere Mercantile insieme a Claudio Giorgio Fava, per passare in seguito a un altro quotidiano genovese, Il Lavoro, affiancando Tullio Cicciarelli.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Roberto Chiti (critico) · Mostra di più »

Salvatore Allegra

Figlio primogenito di un ferroviere, fu allievo di Francesco Cilea.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Salvatore Allegra · Mostra di più »

Sandro Ruffini

Recitò agli inizi con Ettore Paladini, Virgilio Talli e Forzano, prima di fondare una propria compagnia con Ricci, Beltramo e la Tricerri.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Sandro Ruffini · Mostra di più »

Segretario di edizione

Il segretario di edizione è una figura professionale che si occupa di registrare attentamente ogni attività giornaliera relativa alle riprese del film (nel bollettino di edizione), con particolare attenzione alle sequenze sul ciak, ai commenti del regista sulla singola ripresa (es. "buona" o "audio non buono") che saranno poi utili nelle fasi di montaggio.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Segretario di edizione · Mostra di più »

Sergio Grieco

Emigrato in Francia, diviene assistente alla regia di Germaine Dulac, poi in Russia collaboratore di Nikolai Ekk.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Sergio Grieco · Mostra di più »

Sistemi di classificazione dei film

Nell'industria cinematografica i film vengono classificati in base al loro contenuto attraverso il visto censura (in inglese Rating), un provvedimento volto a stabilire il pubblico adatto alla loro visione.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Sistemi di classificazione dei film · Mostra di più »

Spagna

La Spagna, ufficialmente Regno di Spagna (in spagnolo e galiziano: Reino de España, in basco: Espainiako Erresuma, in occitano: Reialme d'Espanha, in catalano: Regne d'Espanya), è uno Stato membro dell'Unione europea (dal 1º gennaio 1986) e della NATO (dal 1982).

Nuovo!!: Abbandono (film) e Spagna · Mostra di più »

Steno

Influente e prolifico regista del cinema italiano, è ricordato soprattutto per la sua professionalità e per l'ampia e poliedrica carriera cinematografica.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Steno · Mostra di più »

Tecnico del suono

Il tecnico del suono o fonico, è una figura professionale che si occupa della gestione dell'audio in ogni attività o evento che preveda l'utilizzo di microfoni, mixer, diffusori acustici, registratori, eccetera.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Tecnico del suono · Mostra di più »

Verona

Verona (AFI) è un comune italiano di abitanti, capoluogo dell'omonima provincia situata in Veneto.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Verona · Mostra di più »

Vittorio Calvino

I genitori Teofilo (piemontese di antica famiglia valdese) e Gertrud Claussen (figlia del console danese in Italia) giungono ad Alghero per amministrare le tenute dell'ammiraglio Alfred von Tirpitz, ministro della marina germanica.

Nuovo!!: Abbandono (film) e Vittorio Calvino · Mostra di più »

1940

Nessuna descrizione.

Nuovo!!: Abbandono (film) e 1940 · Mostra di più »

8ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia (1940)

L'8ª edizione della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia (denominata 8ª Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica) si è svolta a Venezia, Italia, dal 1º settembre all'8 settembre del 1940.

Nuovo!!: Abbandono (film) e 8ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia (1940) · Mostra di più »

Riorienta qui:

Abbandono (film 1940).

UscenteArrivo
Ehi! Siamo su Facebook ora! »