Logo
Unionpedia
Comunicazione
Disponibile su Google Play
Nuovo! Scarica Unionpedia sul tuo dispositivo Android™!
Scaricare
l'accesso più veloce di browser!
 

Acido barbiturico

L'acido barbiturico o malonilurea è, chimicamente, l'ureide ciclica dell'acido malonico.

47 relazioni: Acido dipropilbarbiturico, Acido malonico, Acido valproico, Adolf von Baeyer, Amobarbital, Anestesia, Anni 1970, Anticonvulsivante, Assenza tipica, Barbital, Barbiturici, Benzodiazepine, Butalbital, Carbamazepina, Carbammati, Carbocatione, Carbonile, Clobazam, Clonazepam, Composto eterociclico, Epilessia, Epilessia tipo assenza infantile, Etosuccimide, Felbamato, Fenitoina, Fenobarbital, Gabapentin, Hermann Emil Fischer, Idantoina, Intossicazione da barbiturici, Joseph von Mering, Lamotrigina, Lichene, Metoesital sodico, Ossazolidindione, Oxcarbazepina, Primidone, Risonanza (chimica), Rufinamide, Secobarbital, Stiripentolo, Succinimmide, Tiagabina, Tiopental sodico, Topiramato, Urea, Vigabatrin.

Acido dipropilbarbiturico

L'acido dipropilbarbiturico, conosciuto anche come Dipropilmalonilurea o proponal, è un barbiturico con le stesse indicazioni terapeutiche del Barbitale.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Acido dipropilbarbiturico · Mostra di più »

Acido malonico

L'acido malonico (nome IUPAC: acido 1,3-propandioico) è un acido bicarbossilico, ovvero la sua molecola reca due gruppi -COOH.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Acido malonico · Mostra di più »

Acido valproico

Il valproato (commercializzato in Italia col nome di Depakin) è un farmaco utilizzato principalmente per trattare l'epilessia e il disturbo bipolare.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Acido valproico · Mostra di più »

Adolf von Baeyer

Ricevette il Premio Nobel per la Chimica nel 1905 per i suoi studi sulle sostanze coloranti e sui composti aromatici.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Adolf von Baeyer · Mostra di più »

Amobarbital

L'amobarbital (conosciuto anche come amilobarbitone o amilato di sodio) è un farmaco con proprietà ipnotico-sedative derivato dai barbiturici.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Amobarbital · Mostra di più »

Anestesia

Anestesia indica genericamente l'abolizione della sensibilità, della coscienza e del dolore, associato a rilassamento muscolare.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Anestesia · Mostra di più »

Anni 1970

Gli anni '70, comunemente chiamati anni settanta, sono il decennio che comprende gli anni dal 1970 al 1979 inclusi.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Anni 1970 · Mostra di più »

Anticonvulsivante

Un anticonvulsivante (o anticonvulsivo, antiepilettico) è un farmaco utilizzato allo scopo di sedare le convulsioni, soprattutto quelle causate da crisi epilettiche.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Anticonvulsivante · Mostra di più »

Assenza tipica

La locuzione assenza tipica (o piccolo male) identifica un fenomeno di rapida e fugace perdita di coscienza (meno di 30 secondi) e rappresenta una delle più tipiche forme di epilessia del bambino e del giovane.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Assenza tipica · Mostra di più »

Barbital

Il barbital (o acido 5,5-dietilbarbiturico) è un derivato dell'acido barbiturico, oramai in disuso in campo medico.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Barbital · Mostra di più »

Barbiturici

I barbiturici sono farmaci liposolubili derivati dall'acido barbiturico, che agiscono sul sistema nervoso centrale e determinano effetti come la sedazione o l'anestesia.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Barbiturici · Mostra di più »

Benzodiazepine

Le benzodiazepine (spesso abbreviate BZD o BDZ) sono una classe di psicofarmaci la cui struttura chimica è composta dalla fusione di un anello benzenico e un anello diazepinico.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Benzodiazepine · Mostra di più »

Butalbital

Butalbital, acido 5-allil-5-isobutilbarbiturico, è un farmaco barbiturico con una durata intermedia di azione.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Butalbital · Mostra di più »

Carbamazepina

La carbamazepina è una molecola a struttura triciclica 6-7-6 appartenente alla classe delle dibenzazepine.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Carbamazepina · Mostra di più »

Carbammati

I carbammati, o uretani, sono una classe di composti organici caratterizzati dalla presenza di un gruppo amminico, anche sostituito, legato a un gruppo estereo.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Carbammati · Mostra di più »

Carbocatione

In chimica organica, si definisce carbocatione (talvolta chiamato impropriamente "ione carbonio") un catione derivato da una molecola organica la cui carica risiede su un atomo di carbonio.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Carbocatione · Mostra di più »

Carbonile

In chimica organica un carbonile o gruppo carbonilico è un gruppo funzionale costituito da un atomo di carbonio ed uno di ossigeno legati da un doppio legame: C.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Carbonile · Mostra di più »

Clobazam

Il Clobazam è un farmaco appartenente alla famiglia delle benzodiazepine.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Clobazam · Mostra di più »

Clonazepam

Il clonazepam è farmaco di derivazione benzodiazepinica, appartenente alla classe delle nitrobenzodiazepine.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Clonazepam · Mostra di più »

Composto eterociclico

Un composto eterociclico è una molecola ciclica nella quale uno o più atomi dell'anello sono eteroatomi, cioè atomi diversi dal carbonio.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Composto eterociclico · Mostra di più »

Epilessia

L'epilessia (dal greco ἑπιληψία, "essere preso, colpito da qualcosa") è una condizione neurologica (in alcuni casi definita cronica, in altri transitoria, come per esempio un episodio mai più ripetutosi) caratterizzata da ricorrenti e improvvise manifestazioni con improvvisa perdita della coscienza e violenti movimenti convulsivi dei muscoli, dette "crisi epilettiche".

Nuovo!!: Acido barbiturico e Epilessia · Mostra di più »

Epilessia tipo assenza infantile

L'epilessia tipo assenza infantile o picnolessia è una forma molto comune di epilessia generalizzata caratterizzata da repentina e fugace perdita di coscienza nei bambini in età scolare.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Epilessia tipo assenza infantile · Mostra di più »

Etosuccimide

L'etosuccimide è un farmaco antiepilettico facente parte della classe delle succinimidi.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Etosuccimide · Mostra di più »

Felbamato

Il felbamato è un farmaco prodotto dalla Schering-Plough, usato come antiepilettico di seconda scelta per le epilessie parziali e generalizzate; appartenente alla seconda generazione di epilettici.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Felbamato · Mostra di più »

Fenitoina

La fenitoina, (denominata anche difenilidantoina e dintoina) è un farmaco antiepilettico efficace nel risolvere le crisi tonico-cloniche e parziali.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Fenitoina · Mostra di più »

Fenobarbital

Il Fenobarbital è un barbiturico a lunga durata d'azione usato come anticonvulsivante.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Fenobarbital · Mostra di più »

Gabapentin

Il gabapentin è il nome del principio attivo indicato specificamente nel dolore posterpetico e nell'epilessia parziale resistente alle terapie standard.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Gabapentin · Mostra di più »

Hermann Emil Fischer

Nel 1875, a 23 anni, scoprì un importante composto, l'idrazina, largamente impiegata nelle sintesi organiche e nella chimica organica analitica.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Hermann Emil Fischer · Mostra di più »

Idantoina

L'idantoina, conosciuta anche come glicolilurea è un farmaco comunemente impiegato nel trattamento dell'epilessia, derivante dalla doppia condensazione di urea con acido glicolico.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Idantoina · Mostra di più »

Intossicazione da barbiturici

Una intossicazione da barbiturici si verifica quando un soggetto assume, accidentalmente o volontariamente, una dose maggiore di barbiturici di quella normalmente prescritta ed utilizzata per scopi terapeutici.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Intossicazione da barbiturici · Mostra di più »

Joseph von Mering

Lavorando presso l'Università di Strasburgo, Mering fu la prima persona a scoprire (in collaborazione con Oskar Minkowski) che una delle funzioni del pancreas è la generazione di insulina, un ormone che controlla i livelli di zucchero nel sangue.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Joseph von Mering · Mostra di più »

Lamotrigina

La lamotrigina è un farmaco antiepilettico utilizzato per il trattamento dell'epilessia e del disturbo bipolare.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Lamotrigina · Mostra di più »

Lichene

I licheni sono organismi simbionti derivanti dall'associazione di due individui: un organismo autotrofo, un cianobatterio o un'alga, (per lo più una clorofita), e un fungo, in genere un ascomicete o un basidiomicete.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Lichene · Mostra di più »

Metoesital sodico

Il metoesital sodico è un barbiturico anestetico a durata di azione ultra-breve.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Metoesital sodico · Mostra di più »

Ossazolidindione

L'ossazolidindione è un composto eterociclico debolmente acido.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Ossazolidindione · Mostra di più »

Oxcarbazepina

L'oxcarbazepina o oxcarbamazepina è un farmaco chimicamente correlato alla carbamazepina dalla quale deriva; differisce clinicamente da questa per il minor impegno metabolico a livello epatico e per la riduzione dei, se pur rari, fenomeni di grave anemia.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Oxcarbazepina · Mostra di più »

Primidone

Il primidone è un farmaco antiepilettico e anticonvulsivante appartenente alla classe chimica dei pirimidinedioni e fa parte della prima generazione di antiepilettici di tipo barbiturico.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Primidone · Mostra di più »

Risonanza (chimica)

In chimica, si ha risonanza (o mesomeria) quando più formule, dette formule limite, concorrono a definire la vera struttura di una molecola.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Risonanza (chimica) · Mostra di più »

Rufinamide

La rufinamide è un farmaco anticonvulsante utilizzato in combinazione con altri farmaci antiepilettici per trattare una rara forma di epilessia chiamata sindrome di Lennox-Gastaut.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Rufinamide · Mostra di più »

Secobarbital

Il secobarbital (o Seconal) è un barbiturico ad azione breve con proprietà sedative ed ipnotiche.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Secobarbital · Mostra di più »

Stiripentolo

Lo stiripentolo è una farmaco anticonvulsivante utilizzato per il trattamento dell'epilessia.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Stiripentolo · Mostra di più »

Succinimmide

La succinimmide è una molecola ciclica facente parte della famiglia delle immidi.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Succinimmide · Mostra di più »

Tiagabina

La tiagabina è un farmaco utilizzato nelle epilessie, è un inibitore di GAT-1, un enzima che provoca il reuptake del GABA liberato nella sinapsi inibitoria.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Tiagabina · Mostra di più »

Tiopental sodico

Il tiopental sodico (nome commerciale Pentothal Sodium) è un tiobarbiturico (un barbiturico con una sostituzione O-S) ad azione ipnotica utilizzato nell'induzione dell'anestesia generale.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Tiopental sodico · Mostra di più »

Topiramato

Il topiramato è un farmaco anticonvulsivante.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Topiramato · Mostra di più »

Urea

L'urea (urèa o ùrea) è un composto chimico di formula CO(NH2)2 e massa molare 60,06 g/mol; in condizioni normali si presenta come un solido cristallino incolore; si tratta della diammide dell'acido carbonico.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Urea · Mostra di più »

Vigabatrin

Il Vigabatrin (anche noto come vigabatrina) è un farmaco anticonvulsante che inibisce il catabolismo del GABA, agendo come substrato suicida sulla GABA-transaminasi, l'enzima responsabile della degradazione del GABA, principale neurotrasmettitore di tipo inibitorio nell'uomo.

Nuovo!!: Acido barbiturico e Vigabatrin · Mostra di più »

Riorienta qui:

2,4,6-triidrossipirimidina, Barbiturico, C4H4N2O3, Malonilurea.

UscenteArrivo
Ehi! Siamo su Facebook ora! »