Logo
Unionpedia
Comunicazione
Disponibile su Google Play
Nuovo! Scarica Unionpedia sul tuo dispositivo Android™!
Scaricare
l'accesso più veloce di browser!
 

Lingua ebraica

Con lingua ebraica (in ebraico israeliano: עברית, ivrit) si intende sia l'ebraico biblico (o classico) sia l'ebraico moderno, lingua ufficiale dello Stato di Israele e dell’oblast autonoma ebraica in Russia, che conta circa 7 milioni di locutori (oltre che un cospicuo numero di ebrei della Diaspora); l'ebraico moderno, cresciuto in un contesto sociale e tecnologico molto diverso da quello antico, contiene molti elementi lessicali presi in prestito da altre lingue.

134 relazioni: Abramo, Accademia della Crusca, Accademia della lingua ebraica, Alfabeto arabo, Alfabeto aramaico, Alfabeto ebraico, Alfabeto siriaco, Alture del Golan, Aschenaziti, Asmonei, Bibbia, Caraismo, Caraiti, Cisgiordania, Codice di Aleppo, Crimea, Dialetto, Diaspora, Diaspora ebraica, Ebraico tiberiense, Ebraismo, Ebrei, Ebrei georgiani, Eliezer Ben Yehuda, Era volgare, Ezechia, Fonetica, Fricativa uvulare sonora, Galilea, Genesi, Ghemara, Ghil'ad Zuckermann, Haggadah di Pesach, Haskalah, Ibn Tibbon, Illuminismo, Impero ottomano, Iraq, Isaac Bashevis Singer, Isaia, Israele, Jacob Weingreen, Joseph Roth, Knesset, La guida dei perplessi, Letteratura, Letteratura ebraica, Letteratura israeliana, Libro di Daniele, Lingua amarica, ..., Lingua araba, Lingua aramaica, Lingua aramaica biblica, Lingua caraima, Lingua ebraica medievale, Lingua flessiva, Lingua francese, Lingua georgiana, Lingua giudeo-georgiana, Lingua giudeo-italiana, Lingua giudeo-spagnola, Lingua inglese, Lingua italiana, Lingua latina, Lingua maltese, Lingua russa, Lingua spagnola, Lingua tedesca, Lingua tigrina, Lingua yiddish, Lingue afro-asiatiche, Lingue cananaiche, Lingue giudeo-arabe, Lingue orientali bibliche, Lingue semitiche, Linguistica, Lituania, Maccabei, Manoscritti del Mar Morto, Masoreti, Medioevo, Midrash, Mishnah, Mishneh Torah, Mizrahì, Morfologia (linguistica), Mosè Maimonide, Nelly Sachs, Nome comune (linguistica), Nuovo shekel israeliano, Oblast' autonoma ebraica, Palestina, Patriarca (ebraismo), Persia, Polonia, Portable Document Format, Premio Nobel per la letteratura, Provenza, Rabbino, Rashi, Samaritani, Scienza, Secondo Tempio, Sefarditi, Sennacherib, Shabbat, Shāh-Nāmeh, Shibboleth, Shmuel Yosef Agnon, Simon Bar Kokheba, Sintassi, Sionismo, Stati Uniti d'America, Talmud, Tanakh, Territorio occupato, Testo masoretico, Theodor Herzl, Thomas Lambdin, Tiberiade, Ucraina, Utopia, Vibrante alveolare, Vibrante uvulare, Vicino Oriente, VII secolo, Vocale, X secolo, XVIII secolo, Yemen, Yishuv, 1881, 1948, 1978. Espandi índice (84 più) »

Abramo

La sua storia è narrata nel Libro della Genesi ed è ripresa dal Corano.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Abramo · Mostra di più »

Accademia della Crusca

L'Accademia della Crusca (spesso anche solo la Crusca) è un'istituzione italiana che raccoglie studiosi ed esperti di linguistica e filologia della lingua italiana.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Accademia della Crusca · Mostra di più »

Accademia della lingua ebraica

L'Accademia della lingua ebraica (in ebraico: הָאָקָדֶמְיָה לַלָּשׁוֹן הָעִבְרִית, HaAkademya laLashon haIvrit) è stata istituita dal governo israeliano nel 1953 come "istituzione suprema per lo studio della lingua ebraica.".

Nuovo!!: Lingua ebraica e Accademia della lingua ebraica · Mostra di più »

Alfabeto arabo

L'alfabeto arabo è il sistema di scrittura usato nella lingua araba.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Alfabeto arabo · Mostra di più »

Alfabeto aramaico

L'alfabeto aramaico è un "abjad", un alfabeto consonantico, usato per la scrittura delle lingue: aramaica, ebraica, siriaca e mandaica.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Alfabeto aramaico · Mostra di più »

Alfabeto ebraico

L'alfabeto ebraico (האלפבית העברי) è l'abjad con cui viene scritto l'ebraico.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Alfabeto ebraico · Mostra di più »

Alfabeto siriaco

L'alfabeto siriaco è il sistema di scrittura utilizzato per scrivere la lingua siriaca a partire dal II secolo.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Alfabeto siriaco · Mostra di più »

Alture del Golan

Le alture del Golan (in ebraico: רמת הגולן, Ramat HaGolan, arabo: الجولان, al-Jawlān) sono un altopiano montuoso, dell'estensione di circa 1.800 km², con un'altitudine massima di 2.814 metri (Monte Hermon), all'interno, o sui confini, di Israele, Siria, Libano e Giordania, conosciute anche come Gaulantide.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Alture del Golan · Mostra di più »

Aschenaziti

Gli ebrei aschenaziti (o ashkenaziti), detti anche ashkenazim (ebraico: sing. אַשְׁכֲּנָזִי, pl. אַשְׁכֲּנָזִים; pronuncia, pl.; anche יְהוּדֵי אַשְׁכֲּנָז Yehudei Ashkenaz, "gli ebrei di Ashkenaz"), sono i discendenti, di lingua e cultura yiddish, delle comunità ebraiche stanziatesi nel medioevo nella valle del Reno.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Aschenaziti · Mostra di più »

Asmonei

La dinastia degli Asmonei, in greco 'Ασσαμωναῖοι (forse dall'ebraico ḥašmannīm, oppure dall'eponimo Asmon, il nome del bisnonno di Mattatia, padre dei Maccabei), fondata da Simone Maccabeo, segnò l'inizio del regno di Giudea, a partire dal 140 a.C., e mantenne il potere civile e religioso fino alla conquista romana, dopo la quale nel 37 a.C. fu posto a governo della regione Erode il Grande.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Asmonei · Mostra di più »

Bibbia

La Bibbia, dal greco antico βιβλίον, plur.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Bibbia · Mostra di più »

Caraismo

Il caraismo (in ebraico: יהדות קראית, Yahadut Qara'it, che significa "Lettori"), anche detto caraitismo, karaismo o ebraismo caraita, è una variante religiosa dell'ebraismo.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Caraismo · Mostra di più »

Caraiti

I caraiti (detti anche karaimi, caraimi o karaiti) sono un popolo di ceppo e lingua turchi, affine ai tatari, originario della Crimea e aderente all'ebraismo caraita.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Caraiti · Mostra di più »

Cisgiordania

La Cisgiordania (letteralmente "la parte al di qua del Giordano";, aḍ-Ḍiffä l-Ġharbīyä;, HaGadah HaMa'aravit o, sempre in ebraico e ufficialmente per lo Stato d'Israele, יהודה ושומרון, Yehuda ve'Shomron, Giudea e Samaria; in inglese chiamata West Bank, "la sponda occidentale"), è un territorio senza sbocco al mare sulla riva occidentale del fiume Giordano, nel Medio Oriente.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Cisgiordania · Mostra di più »

Codice di Aleppo

Il codice di Aleppo (inglese Aleppo Codex, ebraico Keter Aram Tzova) è il più antico manoscritto del testo masoretico della Bibbia ebraica, mancante della Torah dal 1947.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Codice di Aleppo · Mostra di più »

Crimea

La Crimea (in tataro di Crimea: Qırım) è la più grande penisola affacciata sul mar Nero ed è collegata alla terraferma solo dall'istmo di Perekop, che la unisce alle regioni sudorientali dell'Ucraina.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Crimea · Mostra di più »

Dialetto

In linguistica, il termine dialetto indica, a seconda dell'uso, una varietà di una lingua o una lingua in contrapposizione ad un'altra.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Dialetto · Mostra di più »

Diaspora

Diaspora è un termine di origine greca (deriva dal verbo greco διασπείρω, letteralmente disseminare).

Nuovo!!: Lingua ebraica e Diaspora · Mostra di più »

Diaspora ebraica

La diaspora ebraica (in lingua ebraica Tefutzah o Galut גלות, letteralmente "esilio","dispersione") è la dispersione del popolo ebraico avvenuta durante i regni di Babilonia e sotto l'impero romano.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Diaspora ebraica · Mostra di più »

Ebraico tiberiense

L'ebraico tiberiense è una tradizione di pronuncia orale per antiche parole in ebraico, ed in particolare per l'ebraico del Tanakh, cui fu data forma scritta dai testi masoretici nella comunità semitica a Tiberiade nel Medioevo, partendo dall'VIII secolo (750-950 circa).

Nuovo!!: Lingua ebraica e Ebraico tiberiense · Mostra di più »

Ebraismo

L'Ebraismo indica sia una religione monoteista sia uno stile di vita sia una tradizione culturale diffusa all'interno del popolo ebraico, nelle varie comunità presenti in tutti i paesi del mondo.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Ebraismo · Mostra di più »

Ebrei

Gli ebrei (עברי, ʿivrîˈ, anche, Yhudim o jehuˈdim), anche detti popolo ebraico, sono un popolo, o gruppo etnoreligioso,.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Ebrei · Mostra di più »

Ebrei georgiani

Per ebrei georgiani si intendono gli ebrei originari della nazione caucasica della Georgia.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Ebrei georgiani · Mostra di più »

Eliezer Ben Yehuda

Nato Eliezer Isaac Perelman Elianov (in Yiddish אליעזר יצחק פערלמאן), a Luzhky (Governatorato di Vilna, allora Impero russo, oggi in Bielorussia) ebbe un ruolo di primo piano nella rinascita dell'ebraico moderno, come lingua parlata, circa cento anni dopo la rinascita dell'ebraico come lingua letteraria, al principio dell'Haskalah.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Eliezer Ben Yehuda · Mostra di più »

Era volgare

Le locuzioni era volgare (e.v.) e/o era comune (e.c.), sono sinonimi e sono state introdotte per sostituire la sigla d.C. (dopo Cristo) volendo evitare riferimenti ad una particolare religione.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Era volgare · Mostra di più »

Ezechia

Ezechia o Hezekiah (In ebraico: חזקיה or חזקיהו, che significa Dio mi ha reso forte) fu re del regno di Giuda.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Ezechia · Mostra di più »

Fonetica

La fonetica (dal greco, phōnḗ, "suono", "voce") è la branca della linguistica relativa alla sostanza dell'espressione (secondo la definizione del linguista Ferdinand de Saussure) che studia la produzione e la percezione di suoni linguistici (foni), e le loro caratteristiche.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Fonetica · Mostra di più »

Fricativa uvulare sonora

La fricativa uvulare sonora è una consonante, rappresentata con il simbolo nell'alfabeto fonetico internazionale (IPA).

Nuovo!!: Lingua ebraica e Fricativa uvulare sonora · Mostra di più »

Galilea

La Galilea è una regione storica del Vicino Oriente, oggi divisa amministrativamente tra Israele e la Cisgiordania.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Galilea · Mostra di più »

Genesi

Il Libro della Genesi (ebraico בראשית bereshìt, "in principio", dall'incipit; greco Γένεσις ghènesis, "nascita", "creazione", "origine"; latino Genesis), comunemente citato come Genesi (femminile), è il primo libro della Torah del Tanakh ebraico e della Bibbia cristiana.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Genesi · Mostra di più »

Ghemara

Ghemara (lingua ebraica: גמרא "studiare"; pronuncia ashkenazita: Ghmora), è la parte del Talmud contenente i commentari rabbinici e le discussioni sorte sull'interpretazione della Mishnah.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Ghemara · Mostra di più »

Ghil'ad Zuckermann

È esperto nel campo del contatto tra le lingue, linguistica storica, cambiamento linguistico, morfologia, semantica, etimologia e la genetica dell'ebraico moderno.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Ghil'ad Zuckermann · Mostra di più »

Haggadah di Pesach

La Haggadah di Pesach è una particolare Haggadah che narra l'uscita del popolo ebraico dall'Egitto e che viene letta nella prime due sere, solo la prima sera di Pesach per chi vive stabile in Terra d'Israele, nel corso del Seder.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Haggadah di Pesach · Mostra di più »

Haskalah

La haskalah è una corrente, detta anche illuminismo ebraico, che nasce e si sviluppa nel XVIII secolo, nel momento storico che precede l'emancipazione ed il riconoscimento dell'eguaglianza agli ebrei.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Haskalah · Mostra di più »

Ibn Tibbon

Ibn Tibbon è stata una famiglia ebrea di rabbini e traduttori, soprattutto dall'arabo all'ebraico, vissuta nel XII e XIII secolo prevalentemente in Provenza.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Ibn Tibbon · Mostra di più »

Illuminismo

L'illuminismo fu un movimento politico, sociale, culturale e filosofico sviluppatosi intorno al XVIII secolo in Europa.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Illuminismo · Mostra di più »

Impero ottomano

L'Impero ottomano o Sublime Stato ottomano, noto anche come Sublime porta (in lingua turca ottomana دَوْلَتِ عَلِيّهٔ عُثمَانِیّه, Devlet-i ʿAliyye-i ʿOsmâniyye; in turco moderno: Osmanlı Devleti o Osmanlı İmparatorluğu), è stato un impero turco che è durato 623 anni, dal 1299 al 1922. Fu detto "ottomano" poiché costituito originariamente dai successori di Osman Gazi, guerriero turco capostipite della dinastia ottomana, che assunse il titolo di sultano con il nome di Osman I. Il sultanato, e poi impero con Maometto II, nacque in continuità col Sultanato selgiuchide di Rum e durò sino all'istituzione dell'odierna Repubblica di Turchia. L'Impero ottomano fu uno dei più estesi e duraturi della storia: infatti durante il XVI e il XVII secolo, al suo apogeo sotto il regno di Solimano il Magnifico, era uno dei più potenti Stati del mondo, un impero multietnico, multiculturale e multilinguistico che si estendeva dai confini meridionali del Sacro Romano Impero, alle periferie di Vienna e della Polonia a nord fino allo Yemen e all'Eritrea a sud; dall'Algeria a ovest fino all'Azerbaigian a est, controllando gran parte dei Balcani, del Vicino Oriente e del Nordafrica. Avendo Costantinopoli come capitale e un vasto controllo sulle coste del Mediterraneo, l'Impero fu al centro dei rapporti tra Oriente e Occidente per circa cinque secoli. Durante la prima guerra mondiale si alleò con gli Imperi centrali e con essi fu pesantemente sconfitto, tanto da essere smembrato per volontà dei vincitori.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Impero ottomano · Mostra di più »

Iraq

L'Iraq, ufficialmente Repubblica d'Iraq, è uno Stato dell'Asia occidentale.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Iraq · Mostra di più »

Isaac Bashevis Singer

Autore di racconti e romanzi, inizialmente in yiddish, poi tradotti in lingua inglese.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Isaac Bashevis Singer · Mostra di più »

Isaia

Egli è uno dei cinque maggiori profeti biblici, al quale è attribuito il libro di Isaia; è considerato, insieme ad Elia, uno dei profeti più importanti di tutta la Bibbia.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Isaia · Mostra di più »

Israele

Israele, ufficialmente Stato d'Israele (in ebraico:, Medinat Yisra'el; in arabo: دولة اسرائيل, Dawlat Isrā'īl), è uno Stato del Vicino Oriente affacciato sul mar Mediterraneo e che confina a nord con il Libano, con la Siria a nord-est, Giordania a est, Egitto e golfo di Aqaba a sud e con i territori palestinesi, ossia Cisgiordania (comprendente le regioni storiche di Giudea e Samaria) a est, e Striscia di Gaza a sud-ovest.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Israele · Mostra di più »

Jacob Weingreen

È stato professore di lingua e letteratura ebraica, con il titolo di "Erasmus Smith's Professor of Hebrew", presso la "School of Religion and Theology" (Scuola di religione e teologia) del Trinity College di Dublino dal 1939 al 1979.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Jacob Weingreen · Mostra di più »

Joseph Roth

Grande cantore della finis Austriae, della dissoluzione dell'impero austro-ungarico che aveva riunito popoli di origini disparate, con lingue, religioni, tradizioni diverse.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Joseph Roth · Mostra di più »

Knesset

Knesset (in ebraico: הַכְּנֶסֶת) è il parlamento monocamerale di Israele.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Knesset · Mostra di più »

La guida dei perplessi

La guida dei perplessi (traslitt., arabo traslitt. delāla elḥā'irīn דלאל̈ה אלחאירין) è una delle opere maggiori di Rabbi Moshe ben Maimon, meglio noto come Maimonide o "il Rambam".

Nuovo!!: Lingua ebraica e La guida dei perplessi · Mostra di più »

Letteratura

La letteratura di una certa lingua è l'insieme delle opere scritte e pervenute fino al presente.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Letteratura · Mostra di più »

Letteratura ebraica

La letteratura ebraica fa riferimento a opere scritte da ebrei su temi ebraici, opere letterarie di vari temi scritti in lingua ebraica, o opere letterarie in altre lingue scritte da scrittori ebrei.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Letteratura ebraica · Mostra di più »

Letteratura israeliana

La letteratura israeliana è la letteratura scritta nello Stato d'Israele.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Letteratura israeliana · Mostra di più »

Libro di Daniele

Il Libro di Daniele (ebraico דניאל, Daniy'èl; greco Δανιήλ, Danièl; latino Daniel) è un testo contenuto nella Bibbia ebraica (Tanakh) e nell'Antico Testamento di quella cristiana.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Libro di Daniele · Mostra di più »

Lingua amarica

L'amarico (አማርኛ āmariññā) è la lingua ufficiale dell'Etiopia, anche se nella regione convivono numerose etnie e di conseguenza anche le lingue parlate sono più di ottanta.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Lingua amarica · Mostra di più »

Lingua araba

La lingua araba (الْعَرَبيّة, al-ʿarabiyya o semplicemente عَرَبيْ, ʿarabī) è una lingua semitica, del gruppo centrale.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Lingua araba · Mostra di più »

Lingua aramaica

L'aramaico è una lingua semitica che vanta circa 3.000 anni di storia. In passato fu lingua di culto religioso e lingua amministrativa di imperi. È la lingua in cui furono in origine scritti il Talmud e parte del Libro di Daniele e del Libro di Esdra. Era la lingua parlata correntemente in Israele (accanto al greco) ai tempi di Gesù. Attualmente, l'aramaico è utilizzato: in Siria nei villaggi di Ma'lula, Bh'ah, Hascha, Kamishlié. In Turchia: Tur-Abdin, Mardin. Nel Nord dell'Iraq: Krakosh, Elkosh, Erbil (la capitale della regione curda), Ankawa. L'aramaico appartiene alla famiglia linguistica delle lingue afro-asiatiche e alla sottofamiglia delle lingue semitiche (più precisamente, il gruppo nordoccidentale di cui fanno parte le lingue cananaiche, tra cui l'ebraico).

Nuovo!!: Lingua ebraica e Lingua aramaica · Mostra di più »

Lingua aramaica biblica

L'aramaico biblico è la varietà della lingua aramaica usata in parte nei libri di Daniele, Esdra e Neemia, e in alcuni altri brevi scritti dell'Antico Testamento (Genesi e Geremia, forse Numeri e Giobbe).

Nuovo!!: Lingua ebraica e Lingua aramaica biblica · Mostra di più »

Lingua caraima

La lingua caraima o karaim (nome nativo Karaj tili) è una lingua turca parlata in Lituania e Ucraina.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Lingua caraima · Mostra di più »

Lingua ebraica medievale

L'ebraico medievale è la lingua letteraria ebraica utilizzata nella letteratura rabbinica dei Gaonim (dal 650 al 1250), dei Rishonim (dal 1250 al 1550) e dagli Acharonim (dal 1550 ai giorni nostri).

Nuovo!!: Lingua ebraica e Lingua ebraica medievale · Mostra di più »

Lingua flessiva

Una lingua flessiva (o "fusiva") è un tipo morfologico che si caratterizza nel poter esprimere più relazioni grammaticali mediante un solo morfema.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Lingua flessiva · Mostra di più »

Lingua francese

Il francese (nome nativo français, in IPA) è una lingua appartenente al gruppo delle lingue romanze della famiglia delle lingue indoeuropee.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Lingua francese · Mostra di più »

Lingua georgiana

La lingua georgiana (nome nativo kartuli ena ქართული ენა) appartiene al gruppo sud-caucasico (cartvelico), di cui rappresenta la lingua franca e l'unica lingua con una propria tradizione letteraria.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Lingua georgiana · Mostra di più »

Lingua giudeo-georgiana

Il giudeo-georgiano o ebraico-georgiano (noto anche come kivruli e gruzìnico) è la lingua tradizionale parlata dagli ebrei georgiani, l'antica comunità ebraica stanziata nella nazione caucasica della Georgia.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Lingua giudeo-georgiana · Mostra di più »

Lingua giudeo-italiana

Le lingue giudeo-italiane o italqit sono una famiglia di lingue giudeo-romanze comprendenti tutti i dialetti parlati dagli ebrei d'Italia, di Corsica e di Corfù.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Lingua giudeo-italiana · Mostra di più »

Lingua giudeo-spagnola

Il giudeo-spagnolo, detto anche judezmo o giudesmo (in spagnolo ladino, da non confondersi però con il ladino dolomitico), è la lingua parlata dai discendenti degli ebrei espulsi dalla Spagna nel 1492; essa è diffusa tra gli ebrei sefarditi nel bacino del Mediterraneo, nelle città dell'ex Impero Ottomano (Salonicco, Istanbul, Smirne), ed in seguito alle emigrazioni dell'800 anche nelle Americhe.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Lingua giudeo-spagnola · Mostra di più »

Lingua inglese

L'inglese (nome nativo English) è una lingua indoeuropea appartenente al ramo occidentale delle lingue germaniche, assieme all'olandese, all'alto e basso tedesco, al fiammingo e al frisone.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Lingua inglese · Mostra di più »

Lingua italiana

L'italiano (Questa è una trascrizione fonetica. La trascrizione fonemica corrispondente è, dove la lunghezza della vocale non è segnata perché in italiano non ha valore distintivo.) è una lingua romanza parlata principalmente in Italia.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Lingua italiana · Mostra di più »

Lingua latina

Il latino è una lingua indoeuropea appartenente al gruppo delle lingue latino-falische.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Lingua latina · Mostra di più »

Lingua maltese

La lingua maltese (lingwa Maltija, lsien Malti, "lingua maltese", o più semplicemente Malti, "maltese") è una lingua semitica parlata a Malta.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Lingua maltese · Mostra di più »

Lingua russa

La lingua russa è una lingua slava orientale parlata in Russia e in svariate ex repubbliche dell'Unione Sovietica.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Lingua russa · Mostra di più »

Lingua spagnola

Lo spagnolo, o castigliano, è una lingua appartenente al gruppo delle lingue romanze della famiglia delle lingue indoeuropee.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Lingua spagnola · Mostra di più »

Lingua tedesca

Il tedesco è una lingua indoeuropea appartenente al ramo occidentale delle lingue germaniche.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Lingua tedesca · Mostra di più »

Lingua tigrina

Il tigrino (nome nativo, pronunciato "tgrignà"), è una lingua semitica parlata dall'omonima etnia, presente soprattutto in Eritrea e nel nord dell'Etiopia, per l'appunto nel Tigrè.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Lingua tigrina · Mostra di più »

Lingua yiddish

Lo yiddish (ייִדיש yidish o אידיש idish, letteralmente: "giudeo/giudaico") o giudeo-tedesco (Jiddisch in tedesco) è una lingua germanica del ramo germanico occidentale, parlata dagli ebrei originari dell'Europa orientale.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Lingua yiddish · Mostra di più »

Lingue afro-asiatiche

Le lingue afro-asiatiche, chiamate anche tradizionalmente camito-semitiche, sono una famiglia linguistica parlata nell'Africa settentrionale (dall'Oceano Atlantico all'Etiopia) e in parte dell'Asia occidentale.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Lingue afro-asiatiche · Mostra di più »

Lingue cananaiche

Le lingue cananee costituiscono un ramo delle lingue semitiche della famiglia lingue afroasiatiche parlate dagli antichi popoli della regione di Canaan.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Lingue cananaiche · Mostra di più »

Lingue giudeo-arabe

Foglio trovato nella Geniza del Cairo, una parte della cui produzione è stata redatta in Giudeo-Arabo Le lingue giudeo-arabe (codice ISO 639-2 e ISO 639-5 jrb) sono l'insieme dei dialetti parlati dagli ebrei del Maghreb e dai mizrahim che vivevano o avevano vissuto nei Paesi di lingua araba, prendendo generalmente a prestito la forma dell'arabo parlato lì dove le regioni in cui gli ebrei avevano eletto la propria residenza, e che portarono con sé nel corso delle loro migrazioni.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Lingue giudeo-arabe · Mostra di più »

Lingue orientali bibliche

Le lingue orientali che concernono la Bibbia sono: l'aramaico biblico, l'ebraico e la koiné (il greco ellenistico).

Nuovo!!: Lingua ebraica e Lingue orientali bibliche · Mostra di più »

Lingue semitiche

Le lingue semitiche sono un ramo delle lingue afro-asiatiche parlate in Africa e Asia.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Lingue semitiche · Mostra di più »

Linguistica

La linguistica è la disciplina scientifica che studia il linguaggio umano (inteso come la capacità dell'uomo di comunicare) e le sue manifestazioni (le lingue parlate nel mondo).

Nuovo!!: Lingua ebraica e Linguistica · Mostra di più »

Lituania

La Lituania (in lituano: Lietuva), ufficialmente Repubblica di Lituania (in lituano Lietuvos Respublika), è uno Stato membro dell'Unione europea, confinante a nord con la Lettonia, ad est con la Bielorussia, a sud con la Polonia e a sud-ovest con l'exclave russa dell'Oblast' di Kaliningrad, mentre ad ovest è bagnata dal mar Baltico.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Lituania · Mostra di più »

Maccabei

I Maccabei (significato del nome: martellatori) (מכבים o מקבים, Makabim) furono una famiglia ebraica che guidò la ribellione contro il seleucide Antioco IV Epìfane (175 a.C.-164 a.C.), nel II secolo a.C. Diedero vita alla dinastia che in seguito regnò sulla Giudea con il nome di Asmonei (da Asmon, il nome di un antenato).

Nuovo!!: Lingua ebraica e Maccabei · Mostra di più »

Manoscritti del Mar Morto

I Manoscritti del Mar Morto (o Rotoli del Mar Morto) sono un insieme di manoscritti rinvenuti nei pressi del Mar Morto.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Manoscritti del Mar Morto · Mostra di più »

Masoreti

I Masoreti (ba'alei hamasorah, ebraico בעלי המסורה) furono eruditi e scribi ebrei che tra il VII e l'XI secolo d.C. si riunirono prevalentemente nelle città di Tiberiade e Gerusalemme per studiare e sistematizzare la Tanakh.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Masoreti · Mostra di più »

Medioevo

Il Medioevo è una delle quattro grandi età storiche (antica, medievale, moderna e contemporanea) in cui viene tradizionalmente suddivisa la storia dell'Europa nella storiografia moderna.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Medioevo · Mostra di più »

Midrash

Midrash (ebr. מדרש; plurale Midrashim) è uno dei metodi ebraici di interpretazione e commento dei testi sacri ebraici.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Midrash · Mostra di più »

Mishnah

La Mishnah, o Mishnà (ebraico: מִשְׁנָה, "studio a ripetizione") è uno dei testi fondamentali dell'ebraismo.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Mishnah · Mostra di più »

Mishneh Torah

La Mishneh Torah ("Ripetizione della Torah") sottotitolato Sefer Yad HaHazaka (ספר יד החזקה "Libro della Mano Forte,") è un codice ebraico di legge religiosa (Halakhah) scritto da Maimonide (Rabbi Moshe ben Maimon, noto anche come RaMBaM o "Rambam"), uno dei rabbini più importanti della storia ebraica.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Mishneh Torah · Mostra di più »

Mizrahì

I mizrahì, o mizrahìm (dall'ebraico misrach, "oriente"), o le adot hamizrah (comunità dell'Oriente) sono gli ebrei orientali provenienti dai paesi del mondo arabo (Iraq, Marocco, Tunisia, Libia, Egitto, Siria, Yemen ecc.). Fra le adot hamizrah sono ricompresi anche gli ebrei persiani, curdi, georgiani, ebrei della montagna, baghdadini, dell'India e di Bukhara.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Mizrahì · Mostra di più »

Morfologia (linguistica)

La morfologia (dal greco, morphé "forma" e lògos "discorso") è la parte della grammatica o della linguistica che ha per oggetto lo studio della struttura grammaticale delle parole e che ne stabilisce la classificazione e l'appartenenza a determinate categorie come il nome, il pronome, il verbo, l'aggettivo e le forme della flessione, come la coniugazione per i verbi e la declinazione per i nomi distinguendosi dalla fonologia, dalla sintassi e dal lessico.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Morfologia (linguistica) · Mostra di più »

Mosè Maimonide

Conosciuto anche con l'acronimo di Rambam (RaMBaM, הרמב"ם, ovvero Rabbī Mōsheh ben Maymōn), Mosè Maimonide divenne, grazie al suo enorme lavoro di analisi del Talmud e sistematizzazione dell'Halakhah, il rabbino e filosofo ebreo di maggior prestigio ed influenza del Medioevo; le sue opere di diritto ebraico vengono ancora oggi ritenute le migliori nell'ortodossia, e sono, insieme al commentario di Rashi, un caposaldo indispensabile della letteratura rabbinica.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Mosè Maimonide · Mostra di più »

Nelly Sachs

Figlia unica di Georg William Sachs e Margarete Karger, due ingegneri e produttori di manufatti in gomma, di religione ebraica, cresce frequentando le famiglie ebraiche più benestanti.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Nelly Sachs · Mostra di più »

Nome comune (linguistica)

In linguistica, si dice nome comune un sostantivo che ha per referente una classe di individui (siano essi persone, oggetti o concetti) e talvolta, con il concorso di uno specificatore, anche singoli individui.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Nome comune (linguistica) · Mostra di più »

Nuovo shekel israeliano

Il nuovo shekel israeliano o nuovo siclo israeliano (in ebraico: שֶׁקֶל חדש, pl. שְׁקָלִים חדשים; in arabo: شيقل جديد, o شيكل جديد;; talvolta anche traslitterato sheqel, plurale shekalim o sheqalim, pronuncia scèchel, pl. shcalìm) è la valuta ufficiale di Israele.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Nuovo shekel israeliano · Mostra di più »

Oblast' autonoma ebraica

L'Oblast' autonoma ebraica (in alternativa Provincia autonoma degli Ebrei;, Evrejskaja avtonomnaja oblast'; in Yiddish ייִדישע אווטאָנאָמע געגנט, yidishe avtonome gegnt) (36 000 km² e 250 000 abitanti) è un'oblast' della Russia e, contemporaneamente, un territorio autonomo.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Oblast' autonoma ebraica · Mostra di più »

Palestina

Con il nome Palestina (Palestina; in yiddish: פאלעסטינע, Palestine; in greco: Παλαιστίνη, Palaistine; in latino: Palaestina) viene indicata la regione geografica del Vicino Oriente compresa tra il Mar Mediterraneo, il fiume Giordano, il Mar Morto, a scendere fino al mar Rosso e i confini con l'Egitto.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Palestina · Mostra di più »

Patriarca (ebraismo)

I patriarchi (אבות avot o abot, singolare אב Ab o aramaico: אבא, Abba) della Bibbia, quando definiti in senso stretto, sono Abramo, suo figlio Isacco e il figlio di Isacco Giacobbe, chiamato anche Israele, capostipite degli Israeliti.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Patriarca (ebraismo) · Mostra di più »

Persia

Il nome Persia (in persiano antico, Pārsa) è stato a lungo usato per riferirsi alla nazione del moderno Iran, al suo popolo o ai suoi antichi imperi.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Persia · Mostra di più »

Polonia

La Polonia, ufficialmente Repubblica di Polonia, (in polacco: Rzeczpospolita Polska, nel linguaggio comune Polska) è uno Stato situato nell'Europa centrale, membro dell'Unione europea, della NATO e dell'ONU.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Polonia · Mostra di più »

Portable Document Format

Il Portable Document Format, comunemente indicato con la sigla PDF, è un formato di file basato su un linguaggio di descrizione di pagina sviluppato da Adobe Systems nel 1993 per rappresentare documenti di testo e immagini in modo indipendente dall'hardware e dal software utilizzati per generarli o per visualizzarli.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Portable Document Format · Mostra di più »

Premio Nobel per la letteratura

Il premio Nobel per la letteratura è uno dei cinque premi istituiti dal testamento di Alfred Nobel nel 1895 ed è attribuito all'autore nel campo della letteratura mondiale che "si sia maggiormente distinto per le sue opere in una direzione ideale"; è stato assegnato per la prima volta nel 1901, come gli altri premi istituiti da Nobel stesso.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Premio Nobel per la letteratura · Mostra di più »

Provenza

La Provenza (Provence in francese, Prouvènço/ Provença in lingua provenzale), il cui capoluogo è la città di Nizza, è un'antica provincia del sud-est della Francia, che si estende dalla riva sinistra del Rodano inferiore a ovest fino quasi all'attuale confine con l'Italia a est (la zona di Mentone, Sospello e la Valle Roia non ne fecero praticamente mai parte), e delimitata a sud dal Mar Mediterraneo.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Provenza · Mostra di più »

Rabbino

Il termine rabbino (dall'ebraico biblico: רַבִּי, traslitt. rabi - IPA, "mio maestro", plurale irregolare רבנים rabanim) – la parola "maestro" רב rav letteralmente significa "grande", "distinto", e viene inteso come "maestro" nell'ebraico post-biblico.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Rabbino · Mostra di più »

Rashi

Rabbino medievale francese, fu un rinomato e altamente stimato contributore aschenazita dello studio della Torah. È famoso come autore di un vasto commentario del Talmud e di un esaustivo commentario del ''Tanakh'' (Bibbia ebraica). È considerato il "padre" di tutti i commentari talmudici che seguirono (per esempio, Baalei Tosafot) nonché le esegesi bibliche (per es., Ramban, Ibn Ezra, Chaim ibn Attar, et al.)., chabad.org Acclamato per la sua capacità di presentare il significato basilare del testo in modo sintetico e lucido, il Rashi attrae sia gli studiosi eruditi che gli studenti novelli, e le sue opere rimangono il fulcro dello studio ebraico contemporaneo. Suo commento al Talmud, che copre quasi tutto il Talmud babilonese (un totale di 30 Trattati), è incluso in tutte le edizioni del Talmud sin dalla sua prima stampa di Daniel Bomberg negli anni 1520. Il suo commentario del Tanakh - specialmente quello del Chumash ("cinque libri di Mosè") - è un aiuto indispensabile agli studenti di tutti i livelli. Quest'ultimo, da solo, serve come base per più di 300 "supercommentari", che analizzano la scelta di Rashi del linguaggio e delle citazioni, scritti da alcuni dei più grandi nomi della letteratura rabbinica. La prima versione ebraica del commentario del Pentateuco, a caratteri mobili, venne stampata a Reggio Calabria nel 1475 da Abraham ben Garton. L'innovazione essenziale portata da Rashi sta nel fatto che, anziché continuare solo nel solco della tradizione del Midrash, egli inizia un commento delle Scritture più aderente al significato letterale delle parole. Il cognome Yitzhaki deriva dal nome di suo padre, Yitzhak. L'acronimo è a volte anche liberamente esteso a Rabban Shel Yisrael (Maestro d'Israele), o Rabbenu SheYichyeh (Nostro Rabbi, possa egli vivere). Viene citato nei testi ebraici e aramaici come (1) "Shlomo figlio di Rabbi Yitzhak," (2) "Shlomo figlio di Yitzhak," (3) "Shlomo Yitzhaki," ecc. Nella letteratura più antica, Rashi viene saltuariamente citato come Jarchi o Yarhi, con l'acronimo interpretato da Rabbi Shlomo Yarhi. Si pensa si riferisse al nome ebraico di Lunel in Provenza, comunemente fatto derivare dal francese lune "luna", ירח, dove si assume Rashi abbia vissuto in un qualche periodo o addirittura sia nato, o per lo meno dove i suoi avi risiedevano. Richard Simon e Johann Wilhelm Wolf affermano che solo gli studiosi cristiani si riferivano al Rashi col nome Jarchi e che tale epiteto era sconosciuto agli ebrei. Il domenicano Bernardo de Rossi (1687–1775) tuttavia dimostrò che anche gli studiosi ebrei si riferivano al Rashi con l'appellativo Yarhi. Nel 1839, Leopold Zunz (1794-1886) asserì che l'uso ebraico di Jarchi era una diffusione fallace di un errore commesso da scrittori cristiani, e che invece bisognava interpretare l'abbreviazione come è conosciuta oggi, cioè: Rabbi Shlomo Yitchaki. Di conseguenza, a partire dalla seconda metà del XIX secolo, l'appellativo Jarchi venne considerato obsoleto. L'evoluzione di questo termine è stato esaminato esaustivamente fino alle sue origini. Rashi e la sua famiglia sopravvissero alla grande persecuzione antisemita quando aveva 45 anni; molti dei suoi insegnanti, che erano tra i più grande saggi aschenaziti dell'Ebraismo e suoi mentori, non sopravvissero. Dopo l'incendio delle yeshivah a Magonza e Worms da parte dei crociati, Rashi fondò una scuola di successo a Troyes, che durò per generazioni (fino alla seconda crociata). Anche gli insegnanti delle yeshivah e la comunità di Spira con cui Rashi aveva a che fare vennero distrutti durante il suo tempo.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Rashi · Mostra di più »

Samaritani

I Samaritani (ebraico: שומרונים, shomronim) sono i membri di una comunità israelita in Palestina e Israele comprendente 796 membri (popolazione censita nel 2017), di cui 381 abitano in Cisgiordania nei pressi del monte Garizim (principalmente a Kiyat Luza, vicino Nablus) e 415 in Israele, perlopiù a Holon.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Samaritani · Mostra di più »

Scienza

Per scienza si intende un sistema di conoscenze ottenute attraverso un'attività di ricerca prevalentemente organizzata e con procedimenti metodici e rigorosi (il metodo scientifico), avente lo scopo di giungere, attraverso delle prove, ad una descrizione, verosimile, oggettiva e con carattere predittivo, della realtà e delle leggi che regolano l'occorrenza dei fenomeni.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Scienza · Mostra di più »

Secondo Tempio

Il Secondo Tempio di Gerusalemme è la ricostruzione del primo Tempio di Gerusalemme (il Tempio di Salomone), distrutto dal babilonese Nabucodonosor II nel 586 a.C. Il Secondo Tempio fu completato nel 515 a.C., dopo l'esilio babilonese, così come raccontato nel Libro di Esdra, e distrutto nel 70 d.C. dal generale romano Tito.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Secondo Tempio · Mostra di più »

Sefarditi

Erano detti sefarditi (dall'ebraico ספרד - Sefarad, "Spagna") gli ebrei abitanti la penisola iberica.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Sefarditi · Mostra di più »

Sennacherib

Nei primi anni del suo regno conquistò Babilonia e scelse come sede del suo impero la città di Ninive, situata vicino alla odierna Mosul, dove fece costruire il celebre "Palazzo senza eguali", citato anche dalla Bibbia.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Sennacherib · Mostra di più »

Shabbat

Nella religione ebraica lo Shabbat (detto anche Shabbath, Shabbos secondo la pronuncia ashkenazita, Shabbes come dicono i religiosi in yiddish, o Shabat), in ebraico: שבת, è la festa del riposo, che è celebrata ogni sabato.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Shabbat · Mostra di più »

Shāh-Nāmeh

Lo Shāh-Nāmeh, o Shāh-Nāmé (persiano: شاهنامه), alternative ortografiche sono Shahnama, -meh, -me, letteralmente «Il Libro dei Re»), è una vasta opera poetica scritta dal poeta persiano Ferdowsi attorno al 1000 d.C. che costituisce l'epica nazionale dei Paesi di lingua persiana. Lo Shāh-Nāmeh racconta il passato mitico e storico del suo paese, l'Iran, dalla creazione del mondo, fino alla conquista islamica del VII secolo.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Shāh-Nāmeh · Mostra di più »

Shibboleth

Il termine shibboleth indica una parola o espressione che, per le sue difficoltà di suono, è molto difficile da pronunciare per chi parla un'altra lingua o un altro dialetto.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Shibboleth · Mostra di più »

Shmuel Yosef Agnon

Ricevette il Premio Nobel per la letteratura nel 1966, insieme alla poetessa Nelly Sachs.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Shmuel Yosef Agnon · Mostra di più »

Simon Bar Kokheba

Bar Kochba si autoproclamò messia, principe d'Israele e poi re di Giudea (o dei Giudei) dopo aver ottenuto una piccola vittoria contro Roma, ma alla fine venne sconfitto.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Simon Bar Kokheba · Mostra di più »

Sintassi

La parola sintassi o sintattica (dal greco σύνταξις sýntaxis "associazione, organizzazione") è la branca della grammatica e della linguistica che studia i diversi modi in cui i codici dei linguaggi si uniscono tra loro per formare una proposizione e i vari modi in cui le proposizioni si collegano per formare un periodo.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Sintassi · Mostra di più »

Sionismo

Il sionismo è un movimento politico internazionale il cui fine è l'affermazione del diritto alla autodeterminazione del popolo ebraico mediante l'istituzione di uno Stato ebraico, inserendosi nel più vasto fenomeno del nazionalismo moderno.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Sionismo · Mostra di più »

Stati Uniti d'America

Gli Stati Uniti d'America (in inglese: United States of America o anche solo United States; in sigla USA o anche solo U.S.), comunemente indicati come Stati Uniti e impropriamente con la sineddoche "America", sono una repubblica federale composta da cinquanta Stati e un distretto federale.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Stati Uniti d'America · Mostra di più »

Talmud

Il Talmud (talmūd, che significa insegnamento, studio, discussione dalla radice ebraica ל-מ-ד) è uno dei testi sacri dell'ebraismo.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Talmud · Mostra di più »

Tanakh

Tanàkh (תנך, TNKh raramente Tenàkh) è l'acronimo, formato dalle prime lettere delle tre sezioni Bibbia secondo la tradizionale divisione ebraica, con cui si designano i testi sacri dell'ebraismo.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Tanakh · Mostra di più »

Territorio occupato

La locuzione territori occupati viene specificatamente utilizzata nel diritto internazionale, per definire uno o più territori di uno Stato sovrano occupati militarmente da altri Stati.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Territorio occupato · Mostra di più »

Testo masoretico

Il testo masoretico è la versione ebraica della Bibbia ufficialmente in uso fra gli ebrei.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Testo masoretico · Mostra di più »

Theodor Herzl

Ebreo-ungherese di lingua tedesca di origine ashkenazita, Theodor Herzl nacque a Budapest in via Dohány, nel luogo dove oggi sorgono il museo ebraico e la Sinagoga grande di Budapest.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Theodor Herzl · Mostra di più »

Thomas Lambdin

Studioso di fama mondiale di linguistica egizia, semitica e germanica, è stato professore emerito di lingue semitiche all'università di Harvard, fino al pensionamento nel 1983.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Thomas Lambdin · Mostra di più »

Tiberiade

Tiberiade (AFI:; ebraico: טבריה, Tverya) è una città di 39.900 abitanti sulla riva occidentale del lago di Tiberiade, in Israele.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Tiberiade · Mostra di più »

Ucraina

L'Ucraina (in italiano o) è uno Stato dell'Europa orientale con una superficie di in cui risiedono abitanti al 2012 e la sua capitale è Kiev.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Ucraina · Mostra di più »

Utopia

Un'utopia (pron. utopìa) è un assetto politico, sociale e religioso che non trova riscontro nella realtà, ma che viene proposto come ideale e come modello.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Utopia · Mostra di più »

Vibrante alveolare

La vibrante alveolare è una consonante, rappresentata con il simbolo nell'alfabeto fonetico internazionale (IPA).

Nuovo!!: Lingua ebraica e Vibrante alveolare · Mostra di più »

Vibrante uvulare

La vibrante uvulare è una consonante, rappresentata con il simbolo nell'alfabeto fonetico internazionale (IPA).

Nuovo!!: Lingua ebraica e Vibrante uvulare · Mostra di più »

Vicino Oriente

Vicino Oriente è un'espressione che propriamente andrebbe usata per indicare la regione geografica oggi per lo più arabofona che si estende dalla sponda orientale del Mar Mediterraneo all'Iran e alla Penisola Arabica.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Vicino Oriente · Mostra di più »

VII secolo

Nessuna descrizione.

Nuovo!!: Lingua ebraica e VII secolo · Mostra di più »

Vocale

In fonetica, una vocale è un fono che ha come realizzazione prevalente un vocoide.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Vocale · Mostra di più »

X secolo

Nessuna descrizione.

Nuovo!!: Lingua ebraica e X secolo · Mostra di più »

XVIII secolo

Nel 1780 ci fu la prima rivoluzione industriale, James Watt inventa la macchina a vapore che rivoluziona appunto l'industria: i prezzi dei prodotti calarono rendendo la popolazione povera più felice, mentre gli artigiani persero così il lavoro perché i loro prodotti erano più costosi anche se unici.

Nuovo!!: Lingua ebraica e XVIII secolo · Mostra di più »

Yemen

Lo Yemen (AFI), raramente Iemen, è uno Stato posto all'estremità meridionale della Penisola araba; il suo nome ufficiale è Repubblica Unita dello Yemen.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Yemen · Mostra di più »

Yishuv

L'Yishuv (in ebraico: ישוב, letteralmente "insediamento") o Ha-Yishuv (lo Yishuv, in ebraico: הישוב, oppure הישוב היהודי בארץ ישראל, Hayishuv Hayehudi b'Eretz Yisrael ("L'insediamento ebraico in terra d'Israele"), era un gruppo etnico vicino-orientale ebraico costituito da gruppi di coloni ebrei che, al principio del XX secolo, ben prima della costituzione dello Stato di Israele e comunque prima della prima Aliyah, vivevano di agricoltura intorno a Eretz Israel ("Terra d'Israele"). I diversi termini nacquero per distinguere gli ebrei già presenti sul territorio da quelli arrivati con l'immigrazione del 1882, ed oggi sono usati ad indicare la popolazione ebraica presente sul territorio prima della creazione dello Stato di Israele.

Nuovo!!: Lingua ebraica e Yishuv · Mostra di più »

1881

Nessuna descrizione.

Nuovo!!: Lingua ebraica e 1881 · Mostra di più »

1948

Nessuna descrizione.

Nuovo!!: Lingua ebraica e 1948 · Mostra di più »

1978

Nessuna descrizione.

Nuovo!!: Lingua ebraica e 1978 · Mostra di più »

Riorienta qui:

Ebr., Ebraico, Ebraico Standard, Ivrit, Lashon haQodesh, Lingua Ebraica, Lingua ebrea, עברית.

UscenteArrivo
Ehi! Siamo su Facebook ora! »