Logo
Unionpedia
Comunicazione
Disponibile su Google Play
Nuovo! Scarica Unionpedia sul tuo dispositivo Android™!
Gratuito
l'accesso più veloce di browser!
 

Sacerdote (ebraismo)

Nella religione ebraica il sacerdote o cohen, pl.

190 relazioni: Abijah, Abramo, Alleanza (Bibbia), Ambra, Amidah, Angelo, Aplogruppi del cromosoma Y, Aplogruppo, Aplotipo, Arca dell'Alleanza, Aronne, Assedio di Gerusalemme (70), Augure, Baal, Benedizione, Brit milà, Cabala, Cadavere, Canaan, Canone della Bibbia, Cantico dei cantici, Casherut, Cataratta, Cecità, Chabad.org, Challah, Chanukkah, Cimitero, Conteggio dell'Omer, Core (Bibbia), Cromosoma, Dagon, Davide, Decima, Deuteronomio, Dio (ebraismo), Divinazione, Divorzio, Dodici tribù di Israele, Ebraismo, Ebraismo conservatore, Ebraismo in Italia, Ebraismo ortodosso, Ebraismo riformato, Ebrei, Efod, Eliopoli, Era volgare, Esaù, Etica ebraica, ..., Etimologia, Ezechiele, Fede, Festività ebraiche, Filosofia ebraica, Fineas, Foruncolo, Galilea, Genesi, Gentili, Gerusalemme, Ghemara, Ghiur, Giacobbe, Giosia, Giubileo ebraico, Giuda il Principe, Giudea, Haftarah, Halakhah, Idolatria, Ietro, Iride (anatomia), Israele, Italia, Jewish Lights Publishing, Korban, Letteratura rabbinica, Levi (Bibbia), Leviti, Levitico, Libri dei Re, Libri delle Cronache, Libro dell'Esodo, Libro di Amos, Libro di Ezechiele, Libro di Geremia, Libro di Osea, Lingua araba, Lingua aramaica, Lingua ebraica, Lingua yiddish, Lingue semitiche, Lista di preghiere e benedizioni ebraiche, Madian, Mamash Edizioni Ebraiche, Matzah, Melchisedec, Menorah, Messia, Minhag, Minian, Mishnah, Mishneh Torah, Mitzvah, Mnachem Risikoff, Monte del Tempio, Mosè, Mosè Maimonide, Nadab e Abiu, Naso, Nazareth, Nazireato, Neviìm, Noè, Nomi di Dio nella Bibbia, Notte dei cristalli, Numeri (Bibbia), Olocausto, Paganesimo, Pane di proposizione, Parafrasi, Parashah, Parole imparentate, Pirush Hamishnayot, Preghiera ebraica, Prima guerra giudaica, Primogenitura, Principi di fede ebraica, Profeta, Profeta (ebraismo), Profezia, Prostituzione, Putifarre, Qedushah, Rabbini del Talmud, Rabbino, Radice (linguistica), Rashi, Regno di Giuda, Rito funebre, Rothenburg ob der Tauber, Sacerdote, Sacerdote (ebraismo), Samson Raphael Hirsch, Samuele (profeta), Santo dei Santi, Sclera, Secondo Tempio, Sefer haBahir, Sem (Bibbia), Semikhah, Shabbat, Shavuot, Shechitah, Shekhinah, Shulchan Arukh, Siclo, Siddur, Simeone (tribù), Simon Bar Kokheba, Sinagoga, Sommo sacerdote, Studio della Torah, Tabernacolo, Talmud, Talmud babilonese, Tanakh, Targum, Targum Jonathan, Tempio Celeste di Gerusalemme, Tempio di Gerusalemme, Tempio di Salomone, Terra di Israele, Terumah, Terzo Tempio, Teshuvah, Testicolo, Tiberiade, Timore di Dio, Tisha b'Av, Torah, Tosafisti, Traslitterazione, Tumah e taharah, Urim e Tummim, Vilnius, Vitello d'oro, XIII secolo, Yom Kippur. Espandi índice (140 più) »

Abijah

Era figlia di uno Zaccaria, di cui non abbiamo riferimenti storici, forse si tratta di Zaccaria, figlio di Ieberechia.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Abijah · Mostra di più »

Abramo

La sua storia è narrata nel Libro della Genesi ed è ripresa dal Corano.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Abramo · Mostra di più »

Alleanza (Bibbia)

Il concetto di alleanza assume diversi significati presso gli ebrei ed i cristiani.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Alleanza (Bibbia) · Mostra di più »

Ambra

Primariamente l'ambra è il nome italiano, di provenienza araba, dato ad una serie di resine fossili, da cui derivano gli altri significati.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Ambra · Mostra di più »

Amidah

L‘Amidah, plur.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Amidah · Mostra di più »

Angelo

In molte tradizioni religiose, un angelo è un essere spirituale che assiste e serve Dio (o gli dei) o è al servizio dell'uomo lungo il percorso del suo progresso spirituale e della sua esistenza terrena.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Angelo · Mostra di più »

Aplogruppi del cromosoma Y

Principali aplogruppi del cromosoma Y (lettere A-T) correlati filogeneticamente in un albero. Adamo cromosomico-Y.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Aplogruppi del cromosoma Y · Mostra di più »

Aplogruppo

In genetica, o più precisamente nel campo dell'evoluzione molecolare, si definisce aplogruppo (dal greco: απλούς, haploûs, "unico, semplice") un insieme di aplotipi tra loro differenti, tutti però originati dallo stesso aplotipo ancestrale.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Aplogruppo · Mostra di più »

Aplotipo

Con il termine aplotipo (dal greco haplóos.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Aplotipo · Mostra di più »

Arca dell'Alleanza

L'Arca dell'Alleanza (in ebraico ארון הברית, ʾĀrôn habbərît, pronuncia moderna //), secondo la Bibbia, era una cassa di legno rivestita d'oro e riccamente decorata, la cui costruzione fu ordinata da Yahweh a Mosè, e che costituiva il segno visibile della presenza di Yaweh in mezzo al suo popolo.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Arca dell'Alleanza · Mostra di più »

Aronne

Il nome Aronne significa "portatore di martiri", ma viene anche ricollegato a diversi termini ebraici traducibili come "illuminato", "brillante", "esaltato", "alta montagna" o "montàno", "proveniente dalla montagna"; oppure molto più spesso al termine di aron ("arca").

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Aronne · Mostra di più »

Assedio di Gerusalemme (70)

L'assedio di Gerusalemme dell'anno 70 fu l'episodio decisivo della prima guerra giudaica, sebbene il conflitto termini con la caduta di Masada nel 73. L'esercito romano, guidato da Tito Flavio Vespasiano (il futuro imperatore Tito) assediò e conquistò la città di Gerusalemme, occupata dai ribelli ebrei sin dall'inizio della rivolta, nel 66. Ecco come sintetizza il tutto Giuseppe Flavio, storico ebraico contemporaneo agli eventi: Durante l'assedio i Romani soffrirono per la mancanza di acqua, la cui fonte era lontana e di scarsa qualità. Lo stesso Tito venne colpito alla spalla sinistra da una pietra in modo così grave che ebbe problemi al braccio sinistro per il resto della vita. Ci furono anche diserzioni fra i soldati romani, depressi per il lungo assedio. Ma alla fine l'armata romana ebbe la meglio e si impadronì di Gerusalemme. La città e il suo tempio furono distrutti; la distruzione del principale tempio ebraico è ricordata ancora oggi nell'annuale festa ebraica della Tisha BeAv, mentre l'arco di Tito, eretto per celebrare il trionfo del generale romano, si trova tutt'oggi a Roma.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Assedio di Gerusalemme (70) · Mostra di più »

Augure

L'àugure (dal latino augur, all'accusativo augurem) era un sacerdote dell'antica Roma che aveva il compito di interpretare la volontà degli dèi osservando il volo degli uccelli, a partire dalla loro tipologia, dalla direzione del loro volo, dal fatto che volassero da soli o in gruppo e dal tipo di versi che emettevano.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Augure · Mostra di più »

Baal

Busto di Baal Baal (o Ba‘al, dall'accadico “bēlu”: signore, padrone, proprietario) è una delle principali divinità della mitologia fenicia, può essere considerata la figura centrale del mondo religioso dell'antica Ugarit.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Baal · Mostra di più »

Benedizione

La benedizione è un'invocazione della grazia e del favore di una o più divinità su qualcuno o qualcosa.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Benedizione · Mostra di più »

Brit milà

Il Berit Milah o Brit Milah (lett. Patto del taglio), conosciuto in lingua yiddish come Bris (dall'ebraico berit, "patto"), è una cerimonia della religione ebraica con cui si dà il benvenuto ai neonati maschi nella comunità.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Brit milà · Mostra di più »

Cabala

* Cabala ebraica (anche Cabbala, Qabbalah, Qabalah o Kabbalah) – insieme di insegnamenti esoterici e mistici propri dell'ebraismo rabbinico.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Cabala · Mostra di più »

Cadavere

Il cadavere è il corpo di un essere umano dopo l'accertamento di morte.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Cadavere · Mostra di più »

Canaan

Canaan (ebraico classico: כְּנַעַן,, ebraico moderno: Knaan; greco della koinè: Χαναάν, da cui latino: Canaan; aramaico: da cui arabo کنعان; e da cui italiano: Cananea) è un antico termine geografico che si riferiva ad una regione che comprendeva, grosso modo, il territorio attuale di Libano, Israele e parti di Siria e Giordania.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Canaan · Mostra di più »

Canone della Bibbia

Il canone biblico è, negli ambiti ebraico e cristiano, l'elenco dei testi contenuti nella Bibbia, riconosciuti come ispirati da Dio e dunque sacri, normativi per una determinata comunità di credenti in materia di fede e di morale.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Canone della Bibbia · Mostra di più »

Cantico dei cantici

Il Cantico dei Cantici o semplicemente Cantico (ebraico שיר השירים, shìr hasshirìm, Cantico sublime; greco ᾎσμα ᾈσμάτων, ásma asmáton; latino Canticum Canticorum) è un testo contenuto nella Bibbia ebraica (Tanakh) e cristiana.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Cantico dei cantici · Mostra di più »

Casherut

Kasherùt (letteralmente adeguatezza) indica, nell'accezione comune, l'idoneità di un cibo a essere consumato dal popolo ebraico secondo le regole alimentari della religione ebraica stabilite nella Torah, come interpretate dall'esegesi del Talmud e come sono codificate nello Shulchan Aruk.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Casherut · Mostra di più »

Cataratta

La cataratta è un processo di progressiva perdita di trasparenza del cristallino nell'occhio che comporta una diminuzione della vista.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Cataratta · Mostra di più »

Cecità

La cecità consiste in una percezione ottico-visiva ridottissima o nulla (rispettivamente cecità parziale o totale).

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Cecità · Mostra di più »

Chabad.org

Chabad.org è il sito web principale del movimento chassidico di ebraismo ortodosso Chabad-Lubavitch.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Chabad.org · Mostra di più »

Challah

Challah (חלה plurale Challot) è un pane tradizionale ebraico a forma di treccia mangiato in occasione dello Shabbat (e di altre feste, tranne Pesach).

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Challah · Mostra di più »

Chanukkah

Chanukkah, Hannukkah, Chanukkà, Channukah, (in ebraico חנוכה o חֲנֻכָּה, ḥănukkāh) è una festività ebraica, conosciuta anche con il nome di Festa delle luci o Festa dei lumi.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Chanukkah · Mostra di più »

Cimitero

Il cimitero o camposanto è un luogo, solitamente un'area delimitata, nel quale i corpi dei defunti sono sepolti.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Cimitero · Mostra di più »

Conteggio dell'Omer

Il Conteggio dell'Omer (o Sefirat Ha'omer,, a volte abbreviato Sefira o l'Omer) nell'ebraismo, è una benedizione con cui si contano verbalmente i 49 giorni che intercorrono tra la seconda sera di Pesach e la festività di Shavuot secondo la Bibbia ebraica (Tanakh), in memoria della cerimonia dell'offerta dell'Omer che veniva effettuata presso il Tempio di Gerusalemme.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Conteggio dell'Omer · Mostra di più »

Core (Bibbia)

Core è un personaggio della Bibbia, avversario di Mosè e Aronne, di cui si raccontano le vicende nel Libro dei Numeri al capitolo XVI.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Core (Bibbia) · Mostra di più »

Cromosoma

Il cromosoma è la struttura con cui, durante il processo riproduttivo della cellula, ciascuna unità funzionale di DNA, dopo essersi duplicata, si compatta associata a specifiche proteine e viene trasmessa alle cellule figlie.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Cromosoma · Mostra di più »

Dagon

Dagon (ebraico דגון) è il nome ebraico del dio Dagan, noto anche come Zagan è una importante divinità mesopotamica e semitico-orientale; era la divinità della fertilità e del raccolto nel pantheon dei Cananei, che secondo il mito era il padre di Baal. Il suo aspetto era di un uomo sorgente da una spiga di grano, oppure di un uomo barbuto con la parte inferiore del corpo a forma di pesce.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Dagon · Mostra di più »

Davide

Le sue vicende, risalenti all'epoca ebraica, sono raccontate nel primo e nel secondo libro di Samuele, nel primo libro dei Re e nel primo libro delle Cronache.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Davide · Mostra di più »

Decima

La decima è un tributo di un "decimo", che è esistito fin dall'antichità.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Decima · Mostra di più »

Deuteronomio

Il Deuteronomio (ebraico דברים devarìm, "parole", dall'incipit; greco Δευτερονόμιο, deuteronòmio, "seconda legge", per il compendio, la ripetizione di leggi già presenti in Esodo ed in genere di quanto scritto sul Pentateuco, nei primi Libri della Torah scritta; latino Deuteronomium) è il quinto libro della Torah ebraica e della Bibbia cristiana.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Deuteronomio · Mostra di più »

Dio (ebraismo)

La concezione di Dio nell'ebraismo è rigorosamente monoteistica.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Dio (ebraismo) · Mostra di più »

Divinazione

granchi di acqua dolce hanno modificato la disposizione di alcuni oggetti; in lingua mambila questa arte mantica è chiamata ''nggàm''. La divinazione o mantica è la pratica o la presunta capacità di ottenere informazioni, ritenute inaccessibili, da fonti soprannaturali; tale pratica si esprime spesso attraverso un rituale, solitamente in un contesto religioso, e può basarsi sull'interpretazione di segni, eventi, simboli o presagi oppure manifestarsi attraverso una rivelazione.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Divinazione · Mostra di più »

Divorzio

Il divorzio (dal latino divortium, da di-vertere, "separarsi"), o lo scioglimento del matrimonio, è un'istituzione giuridica che mette fine ad un matrimonio.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Divorzio · Mostra di più »

Dodici tribù di Israele

Le dodici tribù di Israele (anche dette figli di Israele, popolo di Israele e Israeliti) sono i dodici gruppi, legati da vincoli di parentela nei quali, secondo la tradizione biblica, si suddivideva il popolo ebraico.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Dodici tribù di Israele · Mostra di più »

Ebraismo

L'ebraismo indica sia una religione monoteistica, sia uno stile di vita, sia una tradizione culturale diffuse all'interno del popolo ebraico, nelle varie comunità presenti in tutti i paesi del mondo.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Ebraismo · Mostra di più »

Ebraismo conservatore

Ebraismo conservatore o ebraismo masoretico (dall'ebraico tradizionale), è una forma di ebraismo nata negli Stati Uniti nei primi anni del Novecento sulla scia delle idee liberali e progressiste che stavano cambiando il panorama ebraico fin dall'Ottocento.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Ebraismo conservatore · Mostra di più »

Ebraismo in Italia

L'ebraismo è la religione più antica ad essere ancor oggi praticata in Italia.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Ebraismo in Italia · Mostra di più »

Ebraismo ortodosso

Ebraismo ortodosso è la denominazione più antica e maggioritaria dell'ebraismo rabbinico.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Ebraismo ortodosso · Mostra di più »

Ebraismo riformato

L'Ebraismo Riformista o Ebraismo Liberale o Ebraismo Progressista è una forma di Ebraismo che ha avuto origine nel XIX secolo in Germania, diffusosi successivamente negli Stati Uniti.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Ebraismo riformato · Mostra di più »

Ebrei

Gli ebrei (עברי, ʿivrîˈ, anche, Yhudim o jehuˈdim), anche detti popolo ebraico, sono un popolo, o gruppo etnoreligioso,.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Ebrei · Mostra di più »

Efod

Un efod o ephod (IPA: o) era un articolo di vestiario e un oggetto di culto nell'antica cultura israelita, ed era strettamente connesso alle pratiche oracolari e rituali sacerdotali.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Efod · Mostra di più »

Eliopoli

Eliopoli (Ἡλίου πόλις - Heliopolis in greco) fu un'importante città dell'antico Egitto capitale del 13º distretto del Basso Egitto Il sito si trova, attualmente, nella periferia del Cairo nei pressi del sobborgo detto el-Matariya.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Eliopoli · Mostra di più »

Era volgare

La locuzione era volgare (abbreviata in e.v.) o era comune (abbreviata in EC), contrapposta ad avanti era volgare (abbreviata in a.e.v.), prima dell'era volgare (abbreviata in p.e.v.) o avanti era comune (abbreviata in AEC) indica il posizionamento temporale di una data relativamente al calendario gregoriano (o giuliano, se specificato).

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Era volgare · Mostra di più »

Esaù

Esaù (in ebraico: עֵשָׂו, Esav) è un personaggio dell'Antico Testamento, figlio di Isacco e Rebecca e fratello gemello di Giacobbe, le cui vicende sono narrate nella bibbia nel libro della Genesi.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Esaù · Mostra di più »

Etica ebraica

Etica ebraica indica un'intersecazione dell'Ebraismo con la tradizione etica del Mondo occidentale.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Etica ebraica · Mostra di più »

Etimologia

L'etimologia è quella branca del sapere che studia l'origine e la storia delle parole.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Etimologia · Mostra di più »

Ezechiele

Ezechiele nacque verso la fine del regno di Giuda, intorno al 620 a.C. Apparteneva ad una famiglia di sacerdoti, ma visse ed operò da profeta.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Ezechiele · Mostra di più »

Fede

La fede è definibile come l'adesione a un messaggio o un annuncio fondata sull'accettazione di una realtà invisibile, la quale non risulta cioè immediatamente evidente, e viene quindi accolta come vera nonostante l'oscurità che l'avvolge.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Fede · Mostra di più »

Festività ebraiche

La religione ebraica prescrive numerose festività (ebraico חגים chaghim, plurale di חג chag, festa) intese come giorni in cui si ricorda un avvenimento particolare o un particolare momento dell'anno.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Festività ebraiche · Mostra di più »

Filosofia ebraica

La filosofia ebraica (yiddish: ייִדיש פֿילאָסאָפֿיע) include tutta la filosofia prodotta dagli ebrei, o relativa alla religione dell'Ebraismo.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Filosofia ebraica · Mostra di più »

Fineas

Fineas (reso molte volte in italiano con Pincas) è il nome portato da due personaggi della Bibbia.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Fineas · Mostra di più »

Foruncolo

Il foruncolo (dal latino fur-furis che vuol dire piccolo ladro) è una piodermite, cioè un'infezione da batteri piogeni, che coinvolge un follicolo pilifero ed il tessuto peri-follicolare circostante che tende a guarire da solo.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Foruncolo · Mostra di più »

Galilea

La Galilea è una regione storica del Vicino Oriente, oggi divisa amministrativamente tra Israele e la Cisgiordania.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Galilea · Mostra di più »

Genesi

Il Libro della Genesi (ebraico בראשית bereshìt, "in principio", dall'incipit; greco Γένεσις ghènesis, "nascita", "creazione", "origine"; latino Genesis), comunemente citato come Genesi (femminile), è il primo libro della Torah del Tanakh ebraico e della Bibbia cristiana.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Genesi · Mostra di più »

Gentili

Con il termine gentili si traduce in lingua italiana il plurale del latino gentēs con il significato di "pagani, non-cristiani".

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Gentili · Mostra di più »

Gerusalemme

Gerusalemme (AFI:;, Yerushalayim, Yerushalaim e/o Yerushalaym;, "la (città) santa", sempre, per antonomasia è definita "La Città Eterna"), già capitale giudaica tra il X e il VI secolo a.C., è un'antichissima città, nonché considerata città santa da Ebraismo, Cristianesimo e Islam (per quest'ultimo è la terza città santa in ordine d'importanza, dopo La Mecca e Medina).

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Gerusalemme · Mostra di più »

Ghemara

Ghemara (lingua ebraica: גמרא "studiare"; pronuncia ashkenazita: Ghmora), è la parte del Talmud contenente i commentari rabbinici e le discussioni sorte sull'interpretazione della Mishnah.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Ghemara · Mostra di più »

Ghiur

Ghiur o conversione all'ebraismo è un atto formale effettuato da un non ebreo che desideri essere riconosciuto come membro a pieno diritto della comunità ebraica.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Ghiur · Mostra di più »

Giacobbe

Giacobbe (ebraico יַעֲקֹב: Yaʿaqov o Ya'ãqōb, greco antico ᾿Ιακώβ, latino Iacob, arabo Yaʿqūb) significa "il soppiantatore".

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Giacobbe · Mostra di più »

Giosia

Categoria:Re di Giuda.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Giosia · Mostra di più »

Giubileo ebraico

Nell'ebraismo, il giubileo (yovel) trova le sue radici nella Bibbia ebraica (Tanakh) ed è l'anno al termine dei sette cicli di Shemittah (anni sabbatici); secondo le normative bibliche aveva un impatto speciale sulla proprietà terriera e la relativa gestione in Terra di Israele: la Legge di Mosè (Torah) aveva fissato per il popolo ebraico un anno particolare, al termine di "sette settimane di anni, cioè sette volte sette anni; queste sette settimane di anni faranno un periodo di quarantanove anni".

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Giubileo ebraico · Mostra di più »

Giuda il Principe

Importante leader della comunità ebraica durante il dominio della Giudea da parte dei romani, avviò una fase di normalizzazione dei rapporti con Roma, essendo egli stesso amico di imperatori (più realistica appare, tra le tante ipotesi, quella di Marco Aurelio).

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Giuda il Principe · Mostra di più »

Giudea

La Giudea (ebraico: יהודה, moderno Yəhuda, masoretico Yəhûḏāh, greco: Ιουδαία; Latino: Iudaea) è una regione storica del Vicino Oriente, coincidente con il territorio assegnato alla biblica tribù di Giuda.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Giudea · Mostra di più »

Haftarah

La haftarah (o nella pronuncia aschenazita: haftoroh – altern. haphtara, ebraico: הפטרה; "separazione", "commiato/dipartita", plurale haftarot o haftoros) rappresenta una serie di selezioni dai libri dei Nevi'im ("Profeti") della Bibbia ebraica (Tanakh) che viene letta pubblicamente nella sinagoga quale parte della pratica religiosa ebraica.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Haftarah · Mostra di più »

Halakhah

Halakhah (ebr. הלכה) — traslitt. anche con Halakha, Halakhà, Halacha, o Halocho; plur. halakhot — è la tradizione "normativa" religiosa dell'Ebraismo, codificata in un corpo di Scritture e include la legge biblica (le 613 mitzvòt) e successive leggi talmudiche e rabbiniche, come anche tradizioni e usanze.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Halakhah · Mostra di più »

Idolatria

Il termine idolatria (dal greco εἴδωλον, éidolon cioè idolo, e λατρεία, latréia cioè culto) indica una fase religiosa, individuata da John Lubbock, anteriore alla credenza in divinità creatrici e soprannaturali, durante la quale le divinità, rappresentate sotto forma di idoli, avrebbero assunto caratteri antropomorfi.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Idolatria · Mostra di più »

Ietro

Mosè difende le figlie di Jetro Jetro (ebraico: יִתְרוֹ, ebraico tiberiense; che significa eccellenza) è un personaggio della Bibbia, in particolare dell'Esodo.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Ietro · Mostra di più »

Iride (anatomia)

L'iride è una membrana del bulbo oculare di colore variabile, con forma e funzione di diaframma, pigmentata, situata posteriormente alla cornea e davanti al cristallinoDa.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Iride (anatomia) · Mostra di più »

Israele

Israele, ufficialmente Stato d'Israele (in ebraico:, Medinat Yisra'el; in arabo: دولة اسرائيل, Dawlat Isrā'īl), è uno Stato del Vicino Oriente affacciato sul mar Mediterraneo.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Israele · Mostra di più »

Italia

L'Italia, ufficialmente Repubblica Italiana, è una repubblica parlamentare situata nell'Europa meridionale, con una popolazione di 60,6 milioni di abitanti.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Italia · Mostra di più »

Jewish Lights Publishing

Jewish Lights Publishing è una casa editrice con sede a Woodstock, nel Vermont (USA).

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Jewish Lights Publishing · Mostra di più »

Korban

Con korbàn (traslitterazione dell'ebraico קרבן, plurale קרבנות korbanòt, dalla radice קרב "avvicinare", "accostare" a Dio) si intende il sacrificio cruento (cioè che veniva macellato e/o distrutto tramite il fuoco) o incruento (cioè che non veniva distrutto ma offerto ai sacerdoti o al Tempio di Gerusalemme) proprio dell'antica religione ebraica.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Korban · Mostra di più »

Letteratura rabbinica

Letteratura rabbinica, in senso lato, può indicare l'intera gamma di scritti rabbinici nel corso di tutta la storia dell'ebraismo rabbinico.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Letteratura rabbinica · Mostra di più »

Levi (Bibbia)

Levi è il terzo figlio del patriarca biblico Giacobbe e di Lia, capostipite della tribù israelitica dei Leviti.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Levi (Bibbia) · Mostra di più »

Leviti

I Leviti erano i membri della tribù israelitica di Levi.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Leviti · Mostra di più »

Levitico

Il Levitico (ebraico ויקרא wayqrà', "e chiamò", dall'incipit greco Λευιτικόν, levitikòn; latino Leviticus) è il terzo libro della Torah ebraica e della Bibbia cristiana.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Levitico · Mostra di più »

Libri dei Re

I libri dei Re (ebraico ספר מלכים sèfer melachìm (o m'lachim), "libro dei re"; greco A'-B' o Γ'-Δ' Βασιλέων 1-2 o 3-4 basiléon, "1-2 o 3-4 dei re"; latino 1-2 Regum) sono due testi contenuti nella Bibbia ebraica (Tanakh, dove sono contati come un testo unico) e cristiana.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Libri dei Re · Mostra di più »

Libri delle Cronache

I due libri delle Cronache (ebraico דברי הימים debarè hayomim, "cose dei giorni"; greco A'-B' Παραλειπομένων 1-2 Paraleipomenōn, "I e II delle omissioni"; latino 1-2 Paralipomenon) sono due testi contenuti nella Bibbia ebraica (Tanakh, dove sono contati come un testo unico) e cristiana.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Libri delle Cronache · Mostra di più »

Libro dell'Esodo

L'Esodo (ebraico שמות shemòt, "nomi", dall'incipit; greco Έξοδος èxodos, "uscita", latino Exodus) è il secondo libro della Torah ebraica e della Bibbia cristiana.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Libro dell'Esodo · Mostra di più »

Libro di Amos

Il Libro di Amos (ebraico עמוס, 'amòs; greco Αμώς, amós; latino Amos) è un testo contenuto nella Bibbia ebraica (Tanakh) e cristiana.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Libro di Amos · Mostra di più »

Libro di Ezechiele

Il Libro di Ezechiele (ebraico יחזקאל, yehzqè'l; greco Ιεζεκιήλ, iezekiél; latino Ezechièl) è un testo contenuto nella Bibbia ebraica (Tanakh) e cristiana.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Libro di Ezechiele · Mostra di più »

Libro di Geremia

Il Libro di Geremia (ebraico ירמיהו, Yermihàu; greco Ιερεμίας, Ieremías; latino Ieremias) è un testo contenuto nella Bibbia ebraica (Tanakh) e cristiana.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Libro di Geremia · Mostra di più »

Libro di Osea

Il Libro di Osea (ebraico הושע, hoshè'a; greco Ωσηέ, oseé; latino Osee) è un testo contenuto nella Bibbia ebraica (Tanakh) e fa parte dell'Antico Testamento nella Bibbia cristiana.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Libro di Osea · Mostra di più »

Lingua araba

La lingua araba (الْعَرَبيّة, al-ʿarabiyyah o semplicemente عَرَبيْ, ʿarabī) è una lingua semitica, del gruppo centrale.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Lingua araba · Mostra di più »

Lingua aramaica

L'aramaico è una lingua semitica che vanta circa 3.000 anni di storia. In passato fu lingua di culto religioso e lingua amministrativa di imperi. È la lingua in cui furono in origine scritti il Talmud e parte del Libro di Daniele e del Libro di Esdra. Era la lingua parlata correntemente in Israele (accanto al greco) ai tempi di Gesù di Nazareth. Attualmente, l'aramaico è utilizzato: in Siria nei villaggi di Ma'lula, Bh'ah, Hascha, Kamishlié. In Turchia: Tur-Abdin, Mardin. Nel Nord dell'Iraq: Krakosh, Elkosh, Erbil (la capitale della regione curda), Ankawa. L'aramaico appartiene alla famiglia linguistica delle lingue afro-asiatiche e alla sottofamiglia delle lingue semitiche (più precisamente, il gruppo nordoccidentale di cui fanno parte le lingue cananaiche, tra cui l'ebraico).

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Lingua aramaica · Mostra di più »

Lingua ebraica

Per lingua ebraica (in ebraico israeliano: עברית, ivrit) si intendono sia l'ebraico biblico (o classico), sia l'ebraico moderno, lingua ufficiale dello Stato di Israele, che conta circa 7 milioni di locutori (oltre che un cospicuo numero di ebrei della Diaspora); l'ebraico moderno, cresciuto in un contesto sociale e tecnologico molto diverso da quello antico, contiene molti elementi lessicali presi in prestito da altre lingue.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Lingua ebraica · Mostra di più »

Lingua yiddish

Lo yiddish (ייִדיש yidish o אידיש idish, letteralmente: "giudeo/giudaico") o giudeo-tedesco (Jiddisch in tedesco) è una lingua germanica del ramo germanico occidentale, parlata dagli ebrei originari dell'Europa orientale.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Lingua yiddish · Mostra di più »

Lingue semitiche

Le lingue semitiche sono un ramo delle lingue afro-asiatiche parlate in Africa e Asia.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Lingue semitiche · Mostra di più »

Lista di preghiere e benedizioni ebraiche

Si elencano qui appresso alcune preghiere e benedizioni (sing. berakhah, plur. berakhot) in lingua ebraica che fanno parte dell'ebraismo e vengono recitate dalla maggioranza degli ebrei.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Lista di preghiere e benedizioni ebraiche · Mostra di più »

Madian

Nella Bibbia, Madian (Ebraico: מִדְיָן, Standard Midyan Tiberiense; Arabo مدين; "Conflitto; Giudizio") è un figlio di Abramo e della sua concubina Chetura (che, secondo il midrash, è Agar).

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Madian · Mostra di più »

Mamash Edizioni Ebraiche

Mamash Edizioni Ebraiche è una casa editrice milanese che divulga i testi sacri della cultura e della filosofia ebraica.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Mamash Edizioni Ebraiche · Mostra di più »

Matzah

La matzah (o matzà, in ebraico מַצָּה, pronuncia mazzà, plurale matzot), nota anche come matzo, matzah, matzos in ebraico aschenazita e, in maniera "italianizzata", mazzot è il nome dato al pane non lievitato (o azzimo) ottenuto utilizzando solo farina e acqua e utilizzato come Alimento rituale ebraico della festa di Pesach (Pasqua ebraica).

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Matzah · Mostra di più »

Melchisedec

Melchisedec (Melchizedek o Malki-tzédek מַלְכִּי־צֶדֶק / מַלְכִּי־צָדֶק "Il mio Re è giusto", ebraico Standard Malki-ẓédeq / Malki-ẓádeq, ebraico tiberiense Malkî-ṣéḏeq / Malkî-ṣāḏeq), a volte scritto Malchizedek, Melchisedech, Melchisedek, Melchisedeq o Melkisedek, è una figura emblematica e misteriosa nell'Antico testamento, della Tanakh o Bibbia ebraica.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Melchisedec · Mostra di più »

Menorah

La Menorah (ebraico: מנורה) è una lampada ad olio a sette bracci che nell'antichità veniva accesa all'interno del Tempio di Gerusalemme attraverso combustione di olio consacrato.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Menorah · Mostra di più »

Messia

Messia è il termine che designa una figura e una nozione importante per l'ebraismo e per il cristianesimo.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Messia · Mostra di più »

Minhag

Minhag è una parola ebraica difficilmente traducibile, un tipo di rito liturgico, che denota un complesso di liturgie, tradizioni, "attitudini", "modalità", consuetudini, norme specifiche di determinate comunità dell'ebraismo rabbinico della diaspora e, in misura minore, di Israele.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Minhag · Mostra di più »

Minian

Minian (ebraico: מניין), è il quorum di dieci ebrei per la preghiera pubblica ebraica.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Minian · Mostra di più »

Mishnah

La Mishnah, o Mishnà (ebraico: מִשְׁנָה, "studio a ripetizione") è uno dei testi fondamentali dell'ebraismo.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Mishnah · Mostra di più »

Mishneh Torah

La Mishneh Torah ("Ripetizione della Torah") sottotitolato Sefer Yad HaHazaka (ספר יד החזקה "Libro della Mano Forte,") è un codice ebraico di legge religiosa (Halakhah) scritto da Maimonide (Rabbi Moshe ben Maimon, noto anche come RaMBaM o "Rambam"), uno dei rabbini più importanti della storia ebraica.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Mishneh Torah · Mostra di più »

Mitzvah

Mitzvah (ebraico: מצווה, pronuncia standard: //, pronuncia tradizionale ashkenazita: //; plurale mitzvót; dalla radice tsadi-vav-he che riguarda l'ambito del "comandare") è un termine usato nella religione ebraica, che significa "comandamento".

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Mitzvah · Mostra di più »

Mnachem Risikoff

Rabbino ortodosso in Russia e negli Stati Uniti, prolifico autore di opere accademiche scritte in ebraico, Risikoff ha spesso utilizzato lo pseudonimo stilizzato e simbolico, יאמהדנונחהים, composto dalle lettere ebraiche del suo nome, la parola ebraica per il Signore e il Tetragrammon, uno dei termini di Dio nell'ebraismo.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Mnachem Risikoff · Mostra di più »

Monte del Tempio

Il Monte del Tempio (הַר הַבַּיִת, Har haBáyit), detto anche il Nobile Santuario (al-Haram al-qudsī al-sharīf) noto anche come Spianata delle Moschee, è un sito religioso nel centro di Gerusalemme.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Monte del Tempio · Mostra di più »

Mosè

Mosè (latino: Moyses; in ebraico: מֹשֶׁה, standard Moshé, tiberiense Mōšeh; greco: Mωϋσῆς;; ge'ez: ሙሴ, Musse) è per gli Ebrei il rav per antonomasia (Moshé Rabbenu, Mosè il nostro maestro), e tanto per gli Ebrei quanto per i cristiani egli fu la guida del popolo ebraico secondo il racconto biblico dell'Esodo; per i musulmani, invece, Mosè fu innanzi tutto uno dei profeti dell'Islam la cui rivelazione originale, tuttavia, andò perduta.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Mosè · Mostra di più »

Mosè Maimonide

Conosciuto anche con l'acronimo di Rambam (RaMBaM, הרמב"ם, ovvero Rabbī Mōsheh ben Maymōn), Mosè Maimonide divenne, grazie al suo enorme lavoro di analisi del Talmud e sistematizzazione dell'Halakhah, il rabbino e filosofo ebreo di maggior prestigio ed influenza del Medioevo; le sue opere di diritto ebraico vengono ancora oggi ritenute le migliori nell'ortodossia, e sono, insieme al commentario di Rashi, un caposaldo indispensabile della letteratura rabbinica.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Mosè Maimonide · Mostra di più »

Nadab e Abiu

Nadab e Abiu (in ebraico נדב, Nadav, e אביהוא, Abihu) sono i due primi figli di Aronne, il primo sommo sacerdote ebraico, e di sua moglie Elisabetta, e furono tra i primi sacerdoti di Israele (Es).

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Nadab e Abiu · Mostra di più »

Naso

Il naso è un rilievo impari e mediano del viso che contribuisce, assieme alla faringe ed alla laringe, a formare l'apparato respiratorio.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Naso · Mostra di più »

Nazareth

Nazareth (in ebraico נצרת, Natzrat) è una città di 74.400 abitanti del Distretto Settentrionale di Israele, nella regione storica della Galilea.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Nazareth · Mostra di più »

Nazireato

Il nazireato (in ebraico: נזיר, Nazir, cioè "consacrato", "separato") è, nella Bibbia, la consacrazione di un ebreo a Yahweh con il conseguente voto di seguire alcuni rigidi precetti di vita; il consacrato è detto nazireo, ma anche nazareo, nazirita, nazarita o nazareno.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Nazireato · Mostra di più »

Neviìm

I Neviìm (o libri dei profeti) sono la continuazione della storia del popolo di Israele, dalla morte di Mosè fino alla costruzione del secondo Beth Hamikdash (il Santuario di Gerusalemme).

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Neviìm · Mostra di più »

Noè

Noè (ebraico:נח) è un patriarca biblico, descritto come un uomo retto che "camminava con Dio" (Genesi, 6,9) e che Dio decise di mettere in salvo quando, inviando il Diluvio Universale, sterminò l'umanità corrotta (Genesi 6, 11-17).

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Noè · Mostra di più »

Nomi di Dio nella Bibbia

Per nomi di Dio nella Bibbia si intendono i vari appellativi ed espressioni utilizzati nella Bibbia e nella tradizione ebraica per riferirsi a Dio.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Nomi di Dio nella Bibbia · Mostra di più »

Notte dei cristalli

Con Notte dei cristalli (Reichskristallnacht o Kristallnacht, ma anche Reichspogromnacht o Novemberpogrom) viene indicato il pogrom condotto dai nazisti (SS) nella notte tra il 9 e 10 novembre 1938 in Germania, Austria e Cecoslovacchia.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Notte dei cristalli · Mostra di più »

Numeri (Bibbia)

Il Libro dei Numeri (in ebraico במדבר bemidbàr, "nel deserto", dall'incipit; greco Αριθμοί, aritmòi, "numeri", in quanto inizia con la descrizione di un censimento; latino Numeri) è il quarto libro della Torah ebraica e della Bibbia cristiana.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Numeri (Bibbia) · Mostra di più »

Olocausto

Con il termine Olocausto (con l'adozione della maiuscola), a partire dalla seconda metà del XX secolo, si indica il genocidio perpetrato dalla Germania nazista e dai suoi alleati nei confronti degli ebrei d'Europa e, per estensione, lo sterminio nazista verso tutte le categorie ritenute "indesiderabili", che causò circa 15 milioni di morti in pochi anni, tra cui 5-6 milioni di ebrei, di entrambi i sessi e di tutte le età.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Olocausto · Mostra di più »

Paganesimo

Il termine paganesimo indica quelle religioni, specialmente quelle proprie della Grecia antica e della Roma antica, viste in opposizione al cristianesimoCfr.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Paganesimo · Mostra di più »

Pane di proposizione

Pane di proposizione (לחם הפנים, lechem haPānīm, letteralmente: "Pane della presenza"), in certe versioni (cfr. CEI) anche "Pane dell'offerta" – in un contesto biblico e ebraico, si riferisce ai pani o pagnotte che erano sempre presenti su un tavolo appositamente dedicato, nel Tempio di Gerusalemme, come offerta a Dio.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Pane di proposizione · Mostra di più »

Parafrasi

La parafrasi (dal latino paraphrăsis, dal greco, traducibile con "riformulazione") è in generale la trasformazione del registro di un testo mantenendone la riconoscibilità o l'assonanza con l'originale.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Parafrasi · Mostra di più »

Parashah

La Parashah (anche parshah o parsha – in ebraico: פרשה, plurale פרשות - parashot o parashiyot; in pron. it.: parascià e parasciòt) è una suddivisione ordinata in "pericopi" della Torah destinata a definire la lettura settimanale della Torah stessa.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Parashah · Mostra di più »

Parole imparentate

In linguistica, le parole imparentate (in inglese cognates) sono parole che hanno la stessa origine.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Parole imparentate · Mostra di più »

Pirush Hamishnayot

Il Pirush Hamishnayot (in arabo traslitt. Sirāj) –- in italiano: Commentario alla Mishnah –- è un commentario della Mishnah scritto nel 1158 e.v. in Giudeo-Arabo dal rinomato rabbino, filosofo e medico spagnolo Mosè Maimonide.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Pirush Hamishnayot · Mostra di più »

Preghiera ebraica

Preghiera ebraica (tefilláh; plurale, tefillót; in yiddish תּפֿלה tfíle, plurale תּפֿלות tfíllos) indica la recitazione di testi eucologici che formano parte dell'osservanza e pratica dell'ebraismo.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Preghiera ebraica · Mostra di più »

Prima guerra giudaica

La prima guerra giudaica fu combattuta tra l'Impero romano ed Ebrei ribelli; durò dal 66 al 70 (anche se continuò con strascichi fino al 73) ed ebbe come conseguenza la distruzione del tempio di Gerusalemme.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Prima guerra giudaica · Mostra di più »

Primogenitura

La primogenitura è la condizione del primo figlio nato di un individuo, chiamato appunto primogenito a prescindere dal sesso del nascituro.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Primogenitura · Mostra di più »

Principi di fede ebraica

I principi di fede ebraica non esistono formalmente nell'ebraismo, come invece viene data una definizione in altre religioni monoteiste, per esempio nel cristianesimo.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Principi di fede ebraica · Mostra di più »

Profeta

Il termine profeta deriva dal tardo latino prophèta (pronuncia profèta), ricalcato sul greco antico προφήτης (pronuncia: profétes), che è parola composta dal prefisso προ- (pro, "davanti, prima", ma anche "per", "al posto di") e dal verbo φημί (femì, "parlare, dire"); letteralmente quindi significa "colui che parla davanti" o "colui che parla per, al posto di", sia nel senso di parlare "pubblicamente" (davanti ad ascoltatori), sia parlare al posto, in nome (di Dio), sia in quello di parlare "prima" (anticipatamente sul futuro).

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Profeta · Mostra di più »

Profeta (ebraismo)

Nel Tanakh (la Bibbia ebraica) il Profeta (in ebraico נְבִיא nevì, pl. נְבִיאִים nevi'ìm, in greco προφήτης - prophētēs) è una persona che parla in nome e per conto (pro-) di Dio.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Profeta (ebraismo) · Mostra di più »

Profezia

Una profezia è un'affermazione che prevede il futuro, in generale.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Profezia · Mostra di più »

Prostituzione

Con il termine prostituzione si indica l'attività di chi offre prestazioni sessuali dietro pagamento di un corrispettivo in denaro.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Prostituzione · Mostra di più »

Putifarre

Potifar (ebraico: פּוֹטִיפַר / פּוֹטִיפָר, egiziano antico: Ptah-wer; "Ptah è grande") detto anche Putifarre, è un personaggio della storia di Giuseppe, narrata nel libro della Genesi.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Putifarre · Mostra di più »

Qedushah

Qedushah o Kedushah (קדושה) è tradizionalmente la terza sezione di tutte le recitazioni della preghiera ebraica Amidah.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Qedushah · Mostra di più »

Rabbini del Talmud

I Rabbini del Talmud o Maestri ebrei, come tutti i Profeti dell'ebraismo nel corso della storia del popolo d'Israele, hanno sempre avuto il ruolo di guide spirituali, anche impartendo gli insegnamenti morali, etici e religiosi della Torah comandati ed indicati da Dio.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Rabbini del Talmud · Mostra di più »

Rabbino

Il termine rabbino (dall'ebraico biblico: רַבִּי, traslitt. rabi - IPA, "mio maestro", plurale irregolare רבנים rabanim) – la parola "maestro" רב rav letteralmente significa "grande", "distinto", e viene inteso come "maestro" nell'ebraico post-biblico.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Rabbino · Mostra di più »

Radice (linguistica)

In linguistica, la radice è quell'elemento linguistico irriducibile (non ulteriormente suddivisibile) che esprime il significato principale della parola.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Radice (linguistica) · Mostra di più »

Rashi

Rabbino medievale francese, fu un rinomato e altamente stimato contributore aschenazita dello studio della Torah. È famoso come autore di un vasto commentario del Talmud e di un esaustivo commentario del ''Tanakh'' (Bibbia ebraica). È considerato il "padre" di tutti i commentari talmudici che seguirono (per esempio, Baalei Tosafot) nonché le esegesi bibliche (per es., Ramban, Ibn Ezra, Chaim ibn Attar, et al.)., chabad.org Acclamato per la sua capacità di presentare il significato basilare del testo in modo sintetico e lucido, il Rashi attrae sia gli studiosi eruditi che gli studenti novelli, e le sue opere rimangono il fulcro dello studio ebraico contemporaneo. Suo commento al Talmud, che copre quasi tutto il Talmud babilonese (un totale di 30 Trattati), è incluso in tutte le edizioni del Talmud sin dalla sua prima stampa di Daniel Bomberg negli anni 1520. Il suo commentario del Tanakh - specialmente quello del Chumash ("cinque libri di Mosè") - è un aiuto indispensabile agli studenti di tutti i livelli. Quest'ultimo, da solo, serve come base per più di 300 "supercommentari", che analizzano la scelta di Rashi del linguaggio e delle citazioni, scritti da alcuni dei più grandi nomi della letteratura rabbinica. La prima versione ebraica del commentario del Pentateuco, a caratteri mobili, venne stampata a Reggio Calabria nel 1475 da Abraham ben Garton. L'innovazione essenziale portata da Rashi sta nel fatto che, anziché continuare solo nel solco della tradizione del Midrash, egli inizia un commento delle Scritture più aderente al significato letterale delle parole. Il cognome Yitzhaki deriva dal nome di suo padre, Yitzhak. L'acronimo è a volte anche liberamente esteso a Rabban Shel Yisrael (Maestro d'Israele), o Rabbenu SheYichyeh (Nostro Rabbi, possa egli vivere). Viene citato nei testi ebraici e aramaici come (1) "Shlomo figlio di Rabbi Yitzhak," (2) "Shlomo figlio di Yitzhak," (3) "Shlomo Yitzhaki," ecc. Nella letteratura più antica, Rashi viene saltuariamente citato come Jarchi o Yarhi, con l'acronimo interpretato da Rabbi Shlomo Yarhi. Si pensa si riferisse al nome ebraico di Lunel in Provenza, comunemente fatto derivare dal francese lune "luna", ירח, dove si assume Rashi abbia vissuto in un qualche periodo o addirittura sia nato, o per lo meno dove i suoi avi risiedevano. Richard Simon e Johann Wilhelm Wolf affermano che solo gli studiosi cristiani si riferivano al Rashi col nome Jarchi e che tale epiteto era sconosciuto agli ebrei. Il domenicano Bernardo de Rossi (1687–1775) tuttavia dimostrò che anche gli studiosi ebrei si riferivano al Rashi con l'appellativo Yarhi. Nel 1839, Leopold Zunz (1794-1886) asserì che l'uso ebraico di Jarchi era una diffusione fallace di un errore commesso da scrittori cristiani, e che invece bisognava interpretare l'abbreviazione come è conosciuta oggi, cioè: Rabbi Shlomo Yitchaki. Di conseguenza, a partire dalla seconda metà del XIX secolo, l'appellativo Jarchi venne considerato obsoleto. L'evoluzione di questo termine è stato esaminato esaustivamente fino alle sue origini. Rashi e la sua famiglia sopravvissero alla grande persecuzione antisemita quando aveva 45 anni; molti dei suoi insegnanti, che erano tra i più grande saggi aschenaziti dell'Ebraismo e suoi mentori, non sopravvissero. Dopo l'incendio delle yeshivah a Magonza e Worms da parte dei crociati, Rashi fondò una scuola di successo a Troyes, che durò per generazioni (fino alla seconda crociata). Anche gli insegnanti delle yeshivah e la comunità di Spira con cui Rashi aveva a che fare vennero distrutti durante il suo tempo.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Rashi · Mostra di più »

Regno di Giuda

Il Regno di Giuda si formò dopo la morte del re Salomone (circa 933 a.C.), quando il Regno di Giuda e Israele si scisse in due entità autonome.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Regno di Giuda · Mostra di più »

Rito funebre

Il rito funebre o funerale è un rituale civile o religioso che si celebra in seguito alla morte di una persona.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Rito funebre · Mostra di più »

Rothenburg ob der Tauber

Rothenburg ob der Tauber è una cittadina del Land della Baviera, in Germania, (425 m s.l.m. e circa abitanti), posta su un colle che domina il fiume Tauber, conserva un impianto medievale con mura e fortificazioni ben conservate.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Rothenburg ob der Tauber · Mostra di più »

Sacerdote

Il termine sacerdote (maschile) o sacerdotessa (femminile) deriva dal latino sacer, sacro, unito al radicale dot, (dal greco antico): "io do", nel senso di un ministro che aveva il compito di offrire sacrifici alla/e divinità.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Sacerdote · Mostra di più »

Sacerdote (ebraismo)

Nella religione ebraica il sacerdote o cohen, pl.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Sacerdote (ebraismo) · Mostra di più »

Samson Raphael Hirsch

È il fondatore della scuola di Torah im Derech Eretz.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Samson Raphael Hirsch · Mostra di più »

Samuele (profeta)

Samuele (in lingua ebraica: שְׁמוּאֵל /Shmu'el/, ebraico tradizionale: Šəmuʼel; ebraico tiberiense: Šəmûʼēl; XI secolo a.C.) è un personaggio della Bibbia ebraica e dell'Antico Testamento cristiano.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Samuele (profeta) · Mostra di più »

Santo dei Santi

Nell'ebraismo il Santo dei Santi o Sancta Sanctorum (in ebraico קֹדֶשׁ הַקֳּדָשִׁים Qodesh ha-Qodashim) costituiva l'area più sacra del tabernacolo prima e del Tempio di Salomone dopo, nei quali era custodita l'Arca dell'Alleanza.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Santo dei Santi · Mostra di più »

Sclera

La sclera è una membrana fibrosa opaca, formata da collagene e fibre elastiche che costituisce la parte posteriore della tonaca fibrosa del bulbo oculare, insieme alla cornea che occupa la porzione anterioreDa.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Sclera · Mostra di più »

Secondo Tempio

Il Secondo Tempio di Gerusalemme è la ricostruzione del primo Tempio di Gerusalemme (il Tempio di Salomone), distrutto dal babilonese Nabucodonosor II nel 586 a.C. Il Secondo Tempio fu completato nel 515 a.C., dopo l'esilio babilonese, così come raccontato nel Libro di Esdra, e distrutto nel 70 d.C. dal generale romano Tito.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Secondo Tempio · Mostra di più »

Sefer haBahir

Il Sefer ha-Bahir (in ebraico סֵפֶר הַבָּהִיר) o semplicemente Bahir, benché redatto posteriormente al Sefer Yetzirah, è unanimemente considerato, in quanto a struttura, contenuto e simbologia, la prima opera letteraria cabalistica nel senso proprio di questa espressione.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Sefer haBahir · Mostra di più »

Sem (Bibbia)

Sem (in ebraico שֵׁם) è uno dei tre figli di Noè citati nella Bibbia, nacque quando suo padre aveva ben cinquecento anni, cioè cento anni prima del diluvio universale.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Sem (Bibbia) · Mostra di più »

Semikhah

Semikhah ('סמיכה', imposizione (delle mani)), anche semichut (סמיכות, "ordinazione"), o semicha lerabbanut (סמיכה לרבנות, "ordinazione rabbinica") deriva dalla parola ebraica che significa "affidarsi" o "essere autorizzato".

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Semikhah · Mostra di più »

Shabbat

Nella religione ebraica lo Shabbat (detto anche Shabbath, Shabbos secondo la pronuncia ashkenazita, Shabbes come dicono i religiosi in yiddish, o Shabat), in ebraico: שבת, è la festa del riposo, che è osservata ogni sabato.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Shabbat · Mostra di più »

Shavuot

Shavu'òt (o Shovuos, in uso ashkenazita; Shavuʿoth in ebraico sefardita e mizrahi (שבועות, lett. "Settimane"), noto come Festa delle Settimane in italiano e come Pentecoste (Πεντηκοστή) in greco antico, è una festività ebraica che cade al sesto giorno del mese ebraico di Sivan (tra il 14 maggio e il 15 giugno). È una delle tre feste bibliche di pellegrinaggio (Shalosh Regalim). Gli ebrei di lingua greca diedero il nome di pentecoste (πεντηκόστη) poiché cade 50 giorni dopo Pesach. Escludendo il giorno stesso di Pesach, la festa cade 49 giorni più tardi. Questa festa pone termine al Conteggio dell'''Omer''. Shavu'òt ha numerosi aspetti che ne hanno determinato i vari nomi con cui viene identificato. Nel Tanakh è chiamata "Festa della mietitura" (חג הקציר, Ḥag ha-Qatsir; Esodo) e "Festa delle settimane" (חג שבעות, Ḥag Šavu‘òt;; Deuteronomio) ed ancora "Festa delle primizie" (יום הבכורים, Yom ha-Bikkurim; Numeri). Shavuot è una delle feste meno celebrate tra gli ebrei secolari della diaspora, mentre è più sentita tra gli ebrei d'Israele. Secondo la Legge ebraica (''Halakhah''), Shavuot è celebrato in Israele per un giorno e nella diaspora (fuori di Israele) per due giorni. L'ebraismo riformato celebra solo un giorno, anche nella diaspora.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Shavuot · Mostra di più »

Shechitah

Nella religione ebraica la Shecḥitah, è la macellazione casher degli animali permessi dall'Halakhah, al fine di utilizzarne le parti per l'alimentazione umana, con l'esclusione del sangue, di alcune parti grasse e di altre parti dell'animale non ammesse.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Shechitah · Mostra di più »

Shekhinah

La parola Shekhinah (leggi: sce-chi-nà – שְׁכִינָה; السكينة) è una traslitterazione del sostantivo ebraico femminile singolare שכינה, reso talvolta dagli omofoni Shechinah, Shekina, Shechina, Schechinah.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Shekhinah · Mostra di più »

Shulchan Arukh

Lo Shulchan Arukh (in ebraico: שולחן ערוך, tavola apparecchiata) è un testo sapienziale ebraico redatto a Safed (Israele) da Rabbi Joseph ben Ephraim Karo (anche Yosef Caro, o Qaro) nel XVI secolo (1563 circa) e pubblicato a Venezia nel 1565, contenente le norme rituali e comportamentali ebraiche.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Shulchan Arukh · Mostra di più »

Siclo

Il siclo (sheqel in ebraico) è un'antica unità di peso.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Siclo · Mostra di più »

Siddur

Siddur (ebraico: סידור, pl. Siddurim), è il libro quotidiano di preghiere ebraiche.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Siddur · Mostra di più »

Simeone (tribù)

Simeone è il secondo figlio di Giacobbe, eroe eponimo di Israele.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Simeone (tribù) · Mostra di più »

Simon Bar Kokheba

Bar Kochba si autoproclamò messia, principe d'Israele e poi re di Giudea (o dei Giudei) dopo aver ottenuto una piccola vittoria contro Roma, ma alla fine venne sconfitto.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Simon Bar Kokheba · Mostra di più »

Sinagoga

Una sinagoga (dal greco συναγωγή, "adunanza", dal verbo συνάγω, "radunare") è il termine che definisce il luogo di culto della religione ebraica; la parola stessa è la traduzione del termine ebraico בית כנסת (Beit Knesset, appunto "casa di riunione").

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Sinagoga · Mostra di più »

Sommo sacerdote

Il sommo o gran sacerdote (kohèn gadòl, o kohen ha-gadol) nell'antica religione ebraica era il capo della classe sacerdotale, dalla nascita della nazione israelita fino alla distruzione del Secondo Tempio di Gerusalemme.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Sommo sacerdote · Mostra di più »

Studio della Torah

Lo Studio della Torah è lo studio che viene fatto dagli ebrei della Torah, Bibbia ebraica, Talmud, responsa, letteratura rabbinica e simili, che sono tutte opere religiose dell'ebraismo.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Studio della Torah · Mostra di più »

Tabernacolo

cattolica di San Raffaele a Dubuque. La parola tabernacolo (in latino Tabernaculum - diminutivo di taberna dal significato di dimora), nella tradizione ebraica e cristiana significa il luogo della casa di Dio presso gli uomini.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Tabernacolo · Mostra di più »

Talmud

Il Talmud (talmūd, che significa insegnamento, studio, discussione dalla radice ebraica ל-מ-ד) è uno dei testi sacri dell'ebraismo.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Talmud · Mostra di più »

Talmud babilonese

Il Talmud babilonese detto anche Talmud Bavlì, sigla TB, è un talmud redatto nelle accademie rabbiniche (Yeshivot) della Mesopotamia, tra il III e il V secolo.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Talmud babilonese · Mostra di più »

Tanakh

Tanàkh (תנך, TNKh raramente Tenàkh) è l'acronimo con cui si designano i testi sacri dell'ebraismo.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Tanakh · Mostra di più »

Targum

Con il termine targum (pl. targumim), ovvero traduzione in aramaico, si indica la versione in lingua aramaica della Bibbia ebraica.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Targum · Mostra di più »

Targum Jonathan

Targum Jonathan (ebraico:תרגום יונתן בן עוזיאל) - conosciuto anche come Targum Yonasan/Yonatan è il targum orientale (babilonese) ufficiale per i Neviìm.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Targum Jonathan · Mostra di più »

Tempio Celeste di Gerusalemme

Il principio spirituale che afferma l'esistenza del Tempio Celeste di Gerusalemme è presente nella religione ebraica come uno tra i più importanti fondamenti della stessa nella vita del popolo ebraico.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Tempio Celeste di Gerusalemme · Mostra di più »

Tempio di Gerusalemme

Il Tempio di Gerusalemme, o Tempio Santo (Bet HaMikdash, tiberiense: Beṯ HamMiqdāš, aschenazita: Beis HaMikdosh;: Beit al-Quds o بيت المقدس: Bait-ul-Muqaddas; Ge'ez: ቤተ መቅደስ: Betä Mäqdäs), fu un insieme di strutture site sul Monte del Tempio nella Città Vecchia di Gerusalemme, sito attuale della Cupola della Roccia.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Tempio di Gerusalemme · Mostra di più »

Tempio di Salomone

Il tempio di Salomone (ebraico: בית המקדש, Beit HaMikdash), anche conosciuto come Primo Tempio, fu, secondo il Tanach, il primo tempio di Gerusalemme ebraico.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Tempio di Salomone · Mostra di più »

Terra di Israele

La Terra di Israele (in ebraico: אֶרֶץ יִשְׂרָאֵל, Eretz Yisrael) è la regione che, secondo il Tanakh e la Bibbia, fu promessa dal Dio Yahweh ai discendenti di Abramo attraverso suo figlio Isacco e agli Israeliti, discendenti di Giacobbe, nipote di Abramo.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Terra di Israele · Mostra di più »

Terumah

Terumah o offerta elevata, è un tipo di offerta nel culto ebraico.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Terumah · Mostra di più »

Terzo Tempio

Il Terzo Tempio, o Tempio di Ezechiele (Beit haMikdash haShlishi), è Tempio Sacro per Dio del popolo ebraico, popolo eletto, descritto architetturalmente e profetizzato nel Libro di Ezechiele, luogo di preghiera per tutti, con servizio liturgico di sacrifici.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Terzo Tempio · Mostra di più »

Teshuvah

Il Pentimento nell'ebraismo, chiamato Teshuvah o Teshuva (תשובה, letteralmente "ritorno"), è il modo di espiare i peccati nell'ebraismo, spesso raggiungendo la redenzione, collettiva e individuale.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Teshuvah · Mostra di più »

Testicolo

Il testicolo fa parte dell'apparato genitale maschile, in genere vien così denominato negli animali cordati dove rappresenta la gonade maschile.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Testicolo · Mostra di più »

Tiberiade

Tiberiade (AFI:; ebraico: טבריה, Tverya) è una città di 39.900 abitanti sulla riva occidentale del lago di Tiberiade, Israele.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Tiberiade · Mostra di più »

Timore di Dio

Il timore di Dio è l'atteggiamento secondo cui il fedele vive costantemente considerandosi sotto lo sguardo del Signore, preoccupato di piacere più a lui che agli uomini.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Timore di Dio · Mostra di più »

Tisha b'Av

Tisha b'Av o Tisha BeAv (in ebraico: תשעה באב o ט׳ באב), o più semplicemente 9 di Av, è un giorno di lutto e digiuno nel calendario religioso luni-solare del Giudaismo che può cadere a luglio o agosto.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Tisha b'Av · Mostra di più »

Torah

Tōrāh (a volte scritta Thorah, o Torà: "istruzione, insegnamento") è il riferimento centrale della tradizione religiosa ebraica e ha una vasta gamma di significati.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Torah · Mostra di più »

Tosafisti

Tosafisti erano rabbini medievali della Francia e Germania appartenenti alla scuola di studi Talmudici conosciuta come quella dei Rishonim (esistevano Rishonim anche in Spagna), che scrissero glosse critiche ed esplicative (questioni, note, interpretazioni, decisioni e fonti) sul Talmud.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Tosafisti · Mostra di più »

Traslitterazione

La traslitterazione (o translitterazione) è l'operazione consistente nel trasporre i grafemi di un sistema di scrittura nei grafemi di un altro sistema di scrittura (generalmente un alfabeto), in modo tale che ad uno stesso grafema o sequenza di grafemi del sistema di partenza corrisponda sempre uno stesso grafema o sequenza di grafemi del sistema di scrittura di arrivo, e questo indipendentemente dalla pronuncia delle due lingue.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Traslitterazione · Mostra di più »

Tumah e taharah

Tumah e taharah sono termini ebraici che si riferiscono alle "impurità e purità" rituali secondo la Legge ebraica (Halakhah).

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Tumah e taharah · Mostra di più »

Urim e Tummim

Urim e Tummim (in ebraico Urim VeTumim, אורים ותמים, in ebraico tiberiense ʾÛrîm wəṮummîm, in ebraico standard אורים ותומים Urim vəTummim; in arabo اوريم وتميم Ūrīm wa-Ṯummīm), parole trascritte a volta anche in forme leggermente diverse (per esempio Thummim o Thummin) e solitamente tradotte come luci e perfezioni o rivelazione e verità, designavano uno strumento o una tecnica divinatoria usata dagli antichi Ebrei per interpretare il volere di Dio.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Urim e Tummim · Mostra di più »

Vilnius

Vilnius (Vil'njus oppure Вильна, Vil'na; in polacco Wilno; in tedesco Wilna; in yiddish ווילנע, Wilne, nota in italiano anche come Vilna) è la capitale e la città più popolosa della Lituania, capoluogo dell'omonima contea.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Vilnius · Mostra di più »

Vitello d'oro

Il vitello d'oro (‘ēggel hazâhâv) fu, secondo la Bibbia, un idolo fabbricato da Aronne per soddisfare gli Ebrei durante l'assenza di Mosè, quando questi ascese al Monte Sinai.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Vitello d'oro · Mostra di più »

XIII secolo

Nessuna descrizione.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e XIII secolo · Mostra di più »

Yom Kippur

Yom Kippur (יום כפור yom kippùr, "Giorno dell'espiazione") è la ricorrenza religiosa ebraica che celebra il giorno dell'espiazione.

Nuovo!!: Sacerdote (ebraismo) e Yom Kippur · Mostra di più »

Riorienta qui:

Avodah, Benedizione sacerdotale, Coaniti, Cohanim, Cohen (sacerdote ebreo), Corsi sacerdotali, Divisione kohanica, Divisioni sacerdotali, Doni sacerdotali, I 24 doni kohanici, Kohanim, Kohen, Sacerdote (Ebraismo), Sacerdozio ebraico, Struttura sacerdotale ebraica, Ventiquattro doni kohanici.

UscenteArrivo
Ehi! Siamo su Facebook ora! »